Home Argomenti Politica M5S Città della Pieve “Dalla Lorenzetti alla Marini alla Dorillo?”

M5S Città della Pieve “Dalla Lorenzetti alla Marini alla Dorillo?”

Condividi

Dura presa di posizione da parte del Movimento Cinque Stelle di Città della Pieve nei confronti delle nomine fatte dai Sindaci dei Comuni soci della Tsa per il Consiglio di Amministrazione e per la Presidenza. 

Nel sito del Gruppo ” m5scittadellapieve.blogspot.it”si titola la nota in modo inequivocabile:

“Sulle poltrone, a prescindere dalle competenze, si accomodano fedelissimi e trombati.” e si prosegue dicendo appunto dicendo  ” Ci risiamo? Viene da chiederselo dopo la nomina di Alessia Dorillo a presidente della TSA. Ma chi è Alessia Dorillo? Una esperta di rifiuti? I sindaci del Trasimeno all’unanimità si sperticano in elogi per convincere i cittadini della sua competenza ed esperienza. Ma in cosa? Il suo curriculum parla di comunicazione…. Non sapevamo che i rifiuti si smaltissero con le chiacchiere!! Sulla carriera di partito nessun dubbio di competenza. Circa il resto… “…garanzia di radicamento sul territorio”? “…fiducia diffusa da parte dei cittadini”? O forse il vecchio modo di gestire poltrone e potere?….Questo stesso concetto è stato espresso da Carlo Cottarelli (Ex commissario alla spending review) nel suo programma di razionalizzazione delle partecipate locali. Incredibile! Malgrado la sbandierata #rottamazione, e lo strasbandierato #cambiaverso, il metodo resta sempre lo stesso: piazzare i propri uomini e donne in tutte le possibili cavità pubbliche a spese di noi contribuenti….Nel caso specifico stiamo parlando di TSA, una azienda ancora sotto inchiesta con interdittive antimafia notificate al socio privato (Gesenu) e a Gest, società di cui fa parte.”

La nota poi critica i Sindaci  che non hanno sentito il dovere di chiarire nulla circa le accuse che sono state rivolte agli amministratori e ai soci delle società indagate e dai quali proprio per questo “….ci saremmo aspettati uno cambiamento ben più netto.”

“Non vogliamo comunque essere disfattisti e prevenuti. – conclude la nota – Considerando la grande esperienza e competenza della Sig.ra Dorillo, e dei consiglieri eletti, ci aspettiamo a brevissimo un deciso cambio di rotta della TSA, a partire da: attuazione della strategia rifiuti zero, diminuzione delle bollette e aumento della differenziata, come auspica lo stesso presidente dell’Arpa, Walter Ganapini (http://www.umbriaon.it/2015/umbria-discariche-renderle-marginali/), quando ricorda che per attuare in Umbria una seria politica ambientale – peraltro richiesta dall’Europa che continua ad applicare procedure di infrazione – è necessario e urgente “attuare in tutta la regione la differenziata spinta, applicare la tariffa puntuale e armonizzare gli aspetti economici del servizio”. Percorso assolutamente fattibile, come già testimoniano i successi ottenuti in molte altre zone d’Italia dove la strategia Rifiuti Zero è seguita con rigore e trasparenza. “

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here