Home Argomenti Politica Castiglione del Lago – Riqualificazione dell`ospedale. Firmato il protocollo

Castiglione del Lago – Riqualificazione dell`ospedale. Firmato il protocollo

Condividi

Rassegna. Da Nazione Umbria del 20-01-2016 di Chiara Santilli (titolo del Corriere Pievese)

Castiglione del Lago. Firmato il protocollo d’intesa per la riqualificazione dell’ospedale di Castiglione del Lago che costerà alla Regione quattro milioni e cinquecentomila euro. «Il più grande investimento per la sanità”, così la govematrice Catiuscia Marini ha definito l’operazione, che si inserisce nel più ampio processo di riorganizzazione sanitaria dell’area del Trasimeno (per il quale sono stati stanziati in tutto dieci milioni di euro).

Con il documento – sottoscritto da Regione, Comune e Usi Umbria 1 – si definiscono i vari passaggi per la riqualificazione del presidio ospedaliero e della rete dei servizi sanitari territoriali. Ma in città, annuncia la Marini, «sarà realizzato anche il nuovo centro di salute, che andrà a migliorare qualità e accessibilità delle prestazioni erogate»: due milioni di euro l’importo del finanziamento concesso, a cui si aggiunge un milione e 800 nula euro per l’ac quisto di tecnologie. Nell’ospedale lacustre l’assistenza sarà erogata in regime di ricovero ordinario programmato e urgente, ricovero in day hospital e day surgery per attività programmata non superiore alle 12 ore, day service e attività ambulatoriale programmata comprensiva dell’attività di dialisi, accettazione in urgenza e assistenza in osservazione breve (12-24 ore).

La struttura, ha aggiunto Barberini, «disporrà di 61 posti letto, 4 posti di osservazione breve, 10 di dialisi e 6 poltrone di oncologia». Previsto anche il potenziamento dell’attività di ortopedia che garantirà sia la chirurgia ortopedica programmata, in regime di week e day surgery, sia il necessario supporto all’area dell’emergenza-urgenza.

Sulla recente chiusura del punto nascita, la Marini chiarisce: «La razionalizzazione dei punti nascita degli ospedali di territorio si è resa necessaria in seguito a direttive nazionali che la Regione ha rispettato in pieno. Per cui al momento viene rispettato il tetto di 500 nascite, quindi non sono previste chiusure di altri punti sul territorio regionale».

Soddisfatto il sindaco Sergio Batino che ha parlato di una «tappa importante» di un percorso avviato nel 2013. Chiedendo velocità nella costruzione del centro di salute, il sindaco ha sottolineato che «il potenziamento del Pronto Soccorso rientra tra i servizi che più interessano la comunità».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here