Home Argomenti Economia Castiglione. L’Ufficio Postale di Villastrada non chiude

Castiglione. L’Ufficio Postale di Villastrada non chiude

Condividi

(AKR) – Castiglione del Lago – «Siamo lieti di informare la cittadinanza del fatto che grazie alla volontà sinergica di Amministrazione comunale di Castiglione del Lago, Regione Umbria e ANCI, è stata scongiurata la chiusura dell’ufficio postale di Villastrada Umbra e di tanti altri uffici postali regionali». Queste le parole di Alessio Meloni, assessore comunale alle politiche sociali, che ha ricordato gli impegni presi e ora rispettati dalla giunta,  portando avanti una dura battaglia contro la volontà di Poste Italiane di chiudere alcuni sportelli, tra cui quello di Villastrada.

«Purtroppo dobbiamo registrare a malincuore – prosegue Meloni –  che, al contrario, gli impegni assunti da altri soggetti, non sono stati mai portati avanti, o quanto meno non se ne è vista traccia. Nessuno, infatti, al di fuori dell’Amministrazione comunale di Castiglione del Lago, ha mosso realmente un dito per impedire la chiusura del nostro ufficio postale, cosa che avrebbe generato disagi non da poco per tutti i residenti. Da molto tempo il disegno di Poste Italiane era ben chiaro: serrare le saracinesche di alcuni uffici del nostro comune, cosa riuscita purtroppo per quanto riguarda Petrignano e Porto. Con decisione la Giunta ed i consiglieri di maggioranza si erano da tempo attivati, opponendosi a tali misure restrittive, poiché il centro-sinistra è e deve essere rappresentante delle “fasce deboli” ovvero anziani e disabili, interessarsi e tutelare i bisogni di chi vive lontano da tutti i servizi. Oggi annunciamo con soddisfazione questa buona notizia per le nostre frazioni di Vaiano e Villastrada».

Il TAR del Lazio avrebbe dovuto esprimersi il 20 maggio 2016, sul ricorso presentato dal Comune di Castiglione del Lago, ma il procedimento di chiusura è stato nelle more congelato dal governo e ciò permetterà di concretizzare le soluzioni, frutto dei molteplici incontri svoltisi in Regione a cui ha partecipato Meloni su espressa delega del sindaco Sergio Batino. «Ringraziamo l’assessore Antonio Bartolini che ha dimostrato sin da subito particolare attenzione nei riguardi delle istanze da noi avanzate, così come Nando De Rebotti, sindaco di Narni e presidente dell’associazione dei Comuni Umbri, che tanto si è prodigato nel confronto fattivo con i vertici fiorentini di Poste Italiane ed il nostro rappresentante in consiglio regionale Giacomo Leonelli, sempre presente quando si tratta di discutere del nostro territorio. Sul piatto della trattativa ci sono anche altri possibili sviluppi positivi: si parla di potenziamenti dell’offerta di servizi per quest’area. La volontà della Regione, nella discussione con Poste Italiane, è quella di introdurre la possibilità di condividere il sistema di pagamenti elettronici, il recupero crediti e l’esenzione delle somme non versate dagli automobilisti umbri; la possibilità di attivare presso gli sportelli postali le prenotazioni delle prestazioni sanitarie (Cup); la possibilità di attivare presso gli uffici postali la vendita dei biglietti del trasporto pubblico regionale, la Carta dello studente e lo sviluppo e l’implementazione di servizi connessi al programma di agenda digitale, con la digitalizzazione dei pagamenti».

Nella recente nota inviata dall’ANCI e firmata da tutti i rappresentanti dei comuni umbri interessati, si manifesta la disponibilità delle amministrazioni a delegare alcune ulteriori funzioni agli Uffici Postali proprio per evitarne la chiusura o la razionalizzazione del servizio. Le funzioni che potrebbero essere oggetto dell’intesa, dopo una fase di verifica, sono la riscossione coattiva generale, il rilascio delle certificazioni, l’accertamento e le notifiche delle multe, l’emissione dei certificati comunali ed il servizio tesoreria. «Tutto ciò – conclude Meloni – è in fase ancora di approfondimento e di strutturazione, ma resta sicuro il raggiungimento dell’obiettivo che avevamo prefigurato un anno fa: evitare la chiusura definitiva di Villastrada fissata per il 7 di settembre 2015».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here