Lega. Nominati i responsabili di Castiglione, Piegaro, Paciano. TRASIMENO, LA LEGA SI RADICA SUL TERRITORIO TRA NUOVI ARRIVI E NUOVE NOMINE

Importanti novità arrivano dalla Lega Trasimeno che si radica sempre più sul territorio, ad annunciarle il Segretario Regionale On. Virginio Caparvi e il Sen. Luca Briziarelli. Nel corso dell’ultima riunione di sezione, infatti,  Paolo Terrosi è stato nominato responsabile Lega per Castiglion del Lago, Fabrizio Peroli per Piegaro, Andrea Scattini per Paciano mentre il consigliere comunale di Magione, Marco Menconi ha ufficializzato il suo passaggio in Lega.
Tra le fila del Carroccio c’è soddisfazione per questi nuove nomine “persone preparate che sicuramente lavoreranno bene per il territorio. Terrosi, 56 enne di   del Lago ha le idee ben chiare per il futuro del proprio comune Castiglione: “Con tutta la sezione lavoreremo sul territorio per far conoscere ai cittadini la nostra proposta, quelle che mette gli italiani al primo posto, quella che valorizza le peculiarità e le tradizioni castiglionesi o che vede nella sicurezza cittadina, una priorità. Cominceremo con i gazebo informativi e incontri pubblici restando a disposizione di tutti i cittadini perché il nostro obiettivo è quello di dare ai castiglionesi una valida alternativa che poggi su risposte concrete ai bisogni delle comunità. Un primo esempio per in nostro comune è la soluzione del problema dell’apertura estiva del Presidio dei vigili del Fuoco che, grazie all’interessamento del Sen. Luca Briziarelli e all’azione del Sottosegretario al Ministero Interno Sen. Stefano Candiani, sarà garantita anche per il 2018 attraverso l’ aumento del monte orario messo a disposizione per lo svolgimento del servizio ”.
Obiettivi condivisi anche da Peroli e Scattini per i quali “la forza della Lega è ascoltare le esigenze dei territori e lavorare per risolverle come del resto sta facendo il segretario federale Matteo Salvini che, applicando questo principio, ha portato il partito dal 3% a quasi il 30% e come stanno facendo i nostri parlamentari e i consiglieri regionali”.  Da parte dell’intera sezione Lega Trasimeno, un ringraziamento speciale a Guido Centanni, militante storico del Caroccio che per anni ha contribuito, con estrema dedizione, a far crescere il partito nel territorio e diffondere quelle linee guida che oggi sono diventate indirizzi di governo
Ufficio stampa Lega Trasimeno

Riguardo a redazione

5 commenti

  1. Sono molto contenta se si riuscisse a far passare due treni al giorno per la stazione di Chiusi ,io e so che sarebbe una ventata di opportunità anche per chi viaggia poco e una boccata d’ossigeno per l’economia per tutto il territorio ringrazio le persone che si stanno interessando per il problema ,invito Sidaci e. Chi. Ha. delle responsabilità di essere presenti e partecipare alla riuscita Anna Stefani

  2. luciano fiorani

    Assolutamente condivisibile quello che afferma il signor Orefice (che non conosco). “Di qua e di la dal fosso”, ovviamente, la situazione è identica.
    Quanto ai due treni alta velocità visti semplicisticamente come il toccasana della nostra emarginazione nei collegamenti ferroviari, fa un po’ ridere.
    Due treni veloci contro l’isolamento? E quali sarebbero le mete raggiungibili e in che orario?
    Insomma siamo, come al solito, alle suggestioni. I problemi accumulati sono ormai di tale portata che siamo ridotti ad affidarci ai detti della saggezza popolare, secondo cui, ogni meglio è meglio.
    Ma più in la non si va.

  3. Rodrigo

    La risalita del poggio fa ridere tutti ad esclusione dell’amministrazione stessa, un pulman elettrico sarebbe buona cosa, ma non soltanto per portare gente dal basso al centro, Batino dovrebbe fare uno studio anche delle frazioni e fare un pulmino che passi per esse in virtù alle esigenze, conosco persone che pagano 30 o 40 euro a colpo da Porto a Castiglione del lago perché devono fare una visita.

  4. Paolo Scattoni

    È una situazione del tutto paradossale. Invece di pensare un collegamento veloce da Perugia ad Arezzo e da Perugia a Chiusi nell’arco della giornata si spende una cifra incredibile. Parlo di collegamenti Perugia-Arezzo e Perugia-Chiusi perché da Arezzo e da Chiusi si potrebbero “agganciare” l’alta velocità. Un tempo si parlava di un collegamento Perugia Chiusi con un investimento minimo (la famosa proposta di Panettoni di alcuni anni fa) si sarebbe potuto avere un collegamento al di sotto dei 30 minuti.

  5. remo

    Non ci sono commenti per questa “cena”conviviale di personalita’ che dovrebbero andare a fare meno danni altrove ed invece ancora pontificano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Nasce un Comitato per difendere la legge sull’aborto Prima iniziativa del Pd MERCOLEDI' 21 NOVEMBRE - ORE 17,00

(Comunicato stampa) SAVE THE DATE “UNITE E UNITI: NON UNO/A DI MENO” “COMITATO  A DIFESA ...