Home Rubriche Meteo Peggioramento nel weekend. Stop al caldo anomalo, ma tornerà la prossima settimana.

Peggioramento nel weekend. Stop al caldo anomalo, ma tornerà la prossima settimana.

Condividi

Il caldo anomalo che ci interessa dagli ultimi giorni di marzo, siamo circa 6-7 gradi sopra la media del periodo, sta per finire. All’inizio del weekend avremo un peggioramento del tempo con nuvole, rovesci di pioggia e soprattutto un calo temporaneo delle temperature fino a valori decisamente più normali per la prima decade di aprile.

Già domani potrebbero aversi i primi temporali sparsi. Venerdì i fenomeni diverranno più estesi e intensi e anche sabato ci saranno nuvole, temperature decisamente più fresche (tra 10 e15 gradi durante il giorno contro i 24-27 di oggi) e ancora qualche pioggia. Domenica deciso miglioramento e un leggero aumento delle temperature massime.

Sarà però soltanto una parentesi. Durante la prossima settimana tornerà ancora una volta, progressivamente, l’anticiclone africano, che quest’anno sembra ancora più in forma del solito e che potrebbe portare altri record di caldo intorno alla metà del mese.

Aprile insomma ancora una volta si conferma il mese che ha più risentito, almeno in Italia, del “Global Warming”, il riscaldamento globale, risultando irriconoscibile rispetto a 15-20 anni fa, quando si presentava assai più fresco e perturbato di quanto sia negli ultimi anni, nei quali ha assunto sempre più le sembianze di un maggio preoce. Nell’ultimo decennio nel mese di aprile abbiamo infatti avuto una serie di record di caldo in serie, con culmine nel 2007 e 2011, ma anche nel 2013, che potrebbero essere insidiati da questo mese, nel quale una serie di fattori concomitanti (il già citato “El Niño” in particolare e una anomalia in Atlantico che manda gran parte delle depressioni atlantiche sulla penisola iberica e il caldo africano su di noi) sembrano come non mai remare in favore del caldo anomalo. Alcuni centri meteo, come quello prestigioso di Reading, vicino Londra, indicano una prosecuzione del clima più caldo del normale per tutta la primavera e l’estate, mentre altri, come ad esempio l’altrettanto prestigioso “Climat Forecast System”, con sede negli USA, prevedono invece un rientro nella norma dal mese di maggio in poi. Secondo il modestissimo parere del sottoscritto, considerando i fenomeni climatici globali in corso e il trend consolidato verso il riscaldamento in corso da almeno un decennio o due, avremo un semestre primaverile-estivo più caldo del normale, ma oscillante tra mesi normali o quasi e mesi decisamente caldi.

Nell’immagine le temperature alla quota di circa 1500 metri previste per il 13 aprile prossimo, fra una settimana, sull’Italia tipiche del mese di luglio più che di quello di aprile.

Giaime Marchesini

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here