Home Rubriche Il Banco Alimentare – Esperienza di solidarietà

Il Banco Alimentare – Esperienza di solidarietà

Condividi

Il Presidio del Volontariato “Insieme si può” dell’Istituto di Istruzione Superiore “Italo Calvino” di Città della Pieve, che ha partecipato all’iniziativa del Banco Alimentare con 11 volontari, vuol rendere noti alcuni dati forniti dal Presidente per l’Umbria, Valter Venturi: è aumentato quest’anno il numero dei volontari, oltre 1.600 impegnati in Umbria per la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, 147 tonnellate di prodotti alimentari donati a fronte delle 8.990 tonnellate raccolte in Italia; in un tempo di crisi è sicuramente un risultato eccellente.

I volontari del Presidio hanno operato, unitamente ai volontari della Croce Rossa Italiana delegazione Valnestore di Tavernelle, nelle postazioni di FAMILA a Po’ Bandino dove sono state raccolte 603 chilogrammi di alimenti, di EMI e di CONAD a Città della Pieve dove sono stati donati rispettivamente 246 e 557 chilogrammi di beni alimentari.

Un grazie particolare a chi ha voluto rendere questa giornata proficua per tutti coloro, e purtroppo sono sempre più numerosi, che non riescono a far fronte alle necessità giornaliere.

Quanto raccolto in Italia verrà distribuito nei prossimi mesi alle oltre 8.000 strutture convenzionate con il Banco Alimentare, per sostenere più di 1 milione e mezzo di bisognosi.

Ancora un appuntamento per i volontari del “Calvino” di Città della Pieve: il 19 e il 20 dicembre, questa volta, ancora nei supermercati, per vendere i prodotti di Telethon, Fondazione che raccoglie soldi per la ricerca sulle malattie rare, che come tali hanno sempre pochi finanziamenti dal settore pubblico.

Per il Presidio del Volontariato “Insieme si può”

Anisa Meca e Lorenza Vanni

 

corrierepievese@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here