Home Argomenti Economia Chiusi. Europa più vicina con il Convegno promosso da Banca Valdichiana

Chiusi. Europa più vicina con il Convegno promosso da Banca Valdichiana

Condividi

Ieri l’Europa si è fermata a Chiusi. Grazie al Convegno “Le Banche e il Piano Junker” promosso da Banca Valdichiana ieri, 19 marzo, infatti, il Teatro Mascagni di Chiusi ha visto sfilare sul proprio palco come relatori, importanti rappresentanti delle Istituzioni europee, quali Dario Scannapieco, vice Presidente della BEI, Banca Europea degli Investimenti e Presidente del FEI, Fondo Europeo per gli Investimenti, Pietro Russo, Membro della Corte dei conti europea e Alessandro Tappi, Direttore Garanzie Cartolarizzazioni del FEI.

Ma non solo Europa, perché accanto ai relatori della Comunità europea sullo stesso palco erano presenti rappresentanti degli istituti centrali del Credito cooperativo come Enrico Duranti, Direttore Iccrea BancaImpresa e Andrea Benassi di Iccrea Holding insieme ad Antonella Baldino di Cassa Depositi e Prestiti.

A seguire il convegno con interesse inoltre, un’affollata e altrettanto prestigiosa platea che vedeva in prima fila il Governatore della Regione Toscana Enrico Rossi, l’ex  Ministro dell’economia Saccomanni, il Consigliere regionale Stefano Scaramelli, il Sindaco di Chiusi Juri Bettollini presente insieme a molti altri sindaci del territorio, rappresentanti di altre istituzioni e delle associazioni di categoria, imprenditori e semplici cittadini. E’ stata proprio la capacità di mettere insieme tre diversi livelli sia di rappresentanti delle istituzioni che del mondo delle banche di credito cooperativo, il punto di forza di questo convegno che ha dato la possibilità agli imprenditori presenti e ai rappresentanti delle associazioni di categoria di comprendere come i finanziamenti europei e in particolare quelli previsti dal Piano Junker, 300 miliardi di euro da utilizzarsi in tre anni, siano veramente accessibili e non solo dalle grandi aziende ma anche dalle piccole medie imprese caratteristiche del territorio toscano.

“Il rilancio dell’economia toscana e non solo – ha detto il Presidente della Regione Toscana  Rossi, portando il proprio saluto – dipende dalla possibilità di far ripartire gli investimenti pubblici e privati. In Toscana dal 2008 si sono persi oltre 40 miliardi di euro di investimenti. E’ necessario operare al più presto per il loro rilancio. La Regione è pronta a cogliere suggerimenti dalla BEI per entrare meglio anche nel Piano Junker. E sfruttarne tutte le potenzialità di rilancio degli investimenti a livello territoriale”

Non solo le istituzioni pubbliche ma anche le aziende anche medio piccole possono accedere ai finanziamenti e per questo è necessario un sistema di connessione tra territorio e istituzioni europee per il quale risulta fondamentale il ruolo del Credito cooperativo con istituti locali, che le aziende anche medio piccole, le conoscono da vicino e possono quindi accompagnarle, anche grazie al sostegno degli Istituti centrali, fino ad ottenere i finanziamenti europei.

“Per Banca Valdichiana è una soddisfazione – hanno sottolineato la Presidente Mara Moretti anche a nome del CdA e il Direttore generale Fulvio Benicchi – promuovere un convegno a così alto livello ma soprattutto offrire un’opportunità così importante ai nostri soci e clienti. Dopo aver messo a disposizione il nostro plafond di 40 milioni di investimenti e aver sottoscritto un accordo con Confindustria Toscana sud per le aziende più grandi, abbiamo completato il cerchio offrendo agli imprenditori locali la possibilità di mettersi in relazione con le Istituzioni europee”.

Nell’ambito del Convegno quasi tutti gli intervenuti, a partire dal Presidente Rossi e dal Consigliere Regionale Scaramelli, nel ringraziare Banca Valdichiana per l’importante iniziativa hanno sottolineato il ruolo fondamentale svolto dal Credito Cooperativo negli anni di crisi e hanno auspicato che la riforma in corso di approvazione non ne snaturi i punti di forza fondamentali che sono il radicamento territoriale, il cooperativismo e la mutualità.

Il convegno è stato anche un’occasione per la città di Chiusi di far conoscere ai rappresentanti delle Istituzioni europee e agli altri ospiti di Convegno il patrimonio storico archeologico della cittadina.

Ufficio Stampa Banca Valdichiana

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here