Home Argomenti Istituzioni Rifiuti. Se l’Umbria piange la Toscana non ride

Rifiuti. Se l’Umbria piange la Toscana non ride

Condividi

(ANSA) – L’Anac chiede il commissariamento per Sei Toscana, che si occupa della gestione integrata dei rifiuti a Siena e nell’Ato Toscana Sud. La richiesta è stata inoltrata al prefetto di Siena, a cui spetta la decisione. L’istanza è connessa all’inchiesta per turbativa d’asta e corruzione, condotta dalla procura fiorentina, per una gara da 3,5 miliardi di euro per la gestione ventennale del ciclo completo dei rifiuti nelle province di Siena, Arezzo e Grosseto.

    “Qualunque sarà la risoluzione adottata dalla Autorità”, Sei Toscana, spiega la stessa società, è in grado di “garantire la continuità e la qualità dei servizi”. Sei Toscana “è pronta ad attendere con serenità la conclusione del procedimento e resta di primario interesse della società che venga fatta completa chiarezza” e “conferma fin da ora completa collaborazione”, assicurando “massima trasparenza e impegno”.

*titolo del Corriere Pievese

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here