Home Rubriche Meteo Marzo sarà più invernale di febbraio?

Marzo sarà più invernale di febbraio?

Condividi

Ci vuole poco, potrebbe dire qualcuno, visto che febbraio è stato caldissimo rispetto al normale, circa 3,5 gradi superiore alle medie, avendo registrato una temperatura media mensile di 8,8 gradi contro i 5,3 della “norma” ventennale 1993-2012, molto piovoso e senza nemmeno una gelata vera. Praticamente è somigliato molto più a novembre che a febbraio e la temperatura media è stata essa stessa tipica di novembre o marzo molto più che di febbraio. Però le ore di sole aumentano costantemente e a livello astronomico la primavera avanza lentamente verso l’equinozio che ne sancirà l’inizio, mentre a livello meteorologico convenzionalmente la primavera inizia il 1° marzo. Ciò però non è del tutto rispondente alla realtà in molti anni, soprattutto in una penisola bagnata dal mare come la nostra, mare che raggiunge la temperatura più bassa, grazie alla sua inerzia, proprio a marzo.

A volte è capitato che marzo abbia sorpreso risultando stranamente più freddo di qualcuno dei mesi precedenti e assai più invernale che primaverile, sarà anche quest’anno il caso? Intanto sappiamo che i prossimi giorni passeranno piuttosto freddi, nuvolosi, a tratti piovosi e che la neve visiterà le nostre montagne finalmente da 1000-1200 metri di quota in sù mediamente, con qualche sconfinamento a quote più basse possibile tra lunedì’ e martedì.

La situazione guarirà lentamente e ne usciremo solo verso la fine della settimana, in seguito è probabile un periodo più stabile e soleggiato, con temperature nella media, mentre verso la metà del mese è atteso un bivio che ci porterà o verso la primavera oppure verso un colpo di coda dell’inverno, che tra l’altro statisticamente è abbastanza frequente per San Giuseppe e più genericamente al passaggio tra la seconda e la terza decade del mese. Ma con la statistica non si può certo prevedere il tempo dunque fra una settimana circa i modelli matematici meteorologici daranno il loro responso o, essendo una scienza non esatta, quantomeno ci proveranno.

Giaime Marchesini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here