Home Rubriche Rassegna Stampa Della Bacosi così parla Luciano Rossi, presidente Fitav

Della Bacosi così parla Luciano Rossi, presidente Fitav

Condividi

Dalla Nazione Umbria. Sulla ‘rivalità’ umbro-toscana per aggiudicarsi l’appartenenza della Bacosi interviene, scherzandoci su, anche Luciano Rossi, presidente della Federazione italiana tiro a volo. «Diana? E sia umbra che toscana, rappresenta l’unione perfetta tra due storie e culture. Noi però la rivendichiamo con orgoglio», commenta Rossi, raggiunto telefonicamente a Rio. Folignate, al vertice della Fitav dal 1993, parla di un «trionfo per la Federazione sportiva ma soprattutto per le nostre donne, che sono anche mamme».

Un ruolo che, sottolinea, «abbiamo seguito con grande attenzione attraverso la costruzione di un percorso solido che ci ha permesso di ottenere un risultato eccezionale». Per centrare l’obiettivo olimpico la tiratrice 33enne si è fatta le ossa nel campo di allenamento di Bottaccia, a Roma, ma non solo. «Abbiamo organizzato stage su tutto il territorio nazionale, compreso quello regionale», evidenzia il leader Fitav. L’Umbria conta 21 società di tiro a volo «di grande eccellenza culturale oltre che sportiva», assicura Rossi. Ad applaudire le azzurre nel duello finale anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il vertice del Comitato olimpico intemazionale Thomas Bach e quello dell’Intemational Shooting Sport Federation, Olegario Vázquez Rana.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here