Carabinieri di Città della Pieve. Due arresti a Passignano e Magione

La Compagnia Carabinieri di Città della Pieve ha intrapreso da tempo una mirata ed efficace azione info-operativa atta a raccogliere elementi finalizzati ad implementare una più ampia attività di controllo per prevenire e reprimere l’annosa fenomenologia del consumo e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Al riguardo, già dall’inizio dell’anno, i risultati di tale incessante lavoro hanno già prodotto importanti risultati.

Il 10 settembre 2020, sullo stesso fronte, si sono concretizzati due distinti arresti in flagranza di reato, portati a conclusione dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Città della Pieve. Questi militari, infatti, a seguito di una mirata attività info-investigativa, in Passignano sul Trasimeno, hanno tratto in arresto, per l’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un ragazzo 25enne, di nazionalità albanese, senza fissa dimora.

Il giovane è stato fermato dai Carabinieri mentre aveva ben stretti nel pugno della mano due involucri di cellophane contenenti sostanza stupefacente verosimilmente del tipo cocaina dal peso di 2 grammi circa. Sottoposto ad ulteriori accertamenti, il ragazzo è stato trovato in possesso di euro 320 in contanti, suddivisi in banconote da 20 e 50 euro, verosimile provento dell’attività di spaccio.

L’arrestato è stato quindi condotto presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Citta’ della Pieve per le incombenze di rito. Successivamente, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della caserma, in attesa dell’udienza di convalida e del rito per direttissima che si è celebrata l’11 settembre al Tribunale di Perugia. In tale circostanza, è stato convalidato l’arresto e disposto nei confronti dello straniero l’applicazione della misura cautelare in carcere. L’arrestato è stato quindi associato al carcere di Perugia-Capanne.

comunicato stampa

 

 

 

 

 

 

 

Intorno alle ore 22:00 circa, sempre del 10 settembre 2020, in Magione, nel corso di specifico servizio, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Citta’ della Pieve hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, un cinquantenne, cittadino italiano, residente in Perugia, noto alle forze di polizia.

L’uomo è stato fermato a bordo della propria autovettura durante un controllo alla circolazione stradale e, alla vista dei militari, ha assunto un atteggiamento nervoso; i Carabinieri, quindi, hanno provveduto ad effettuare accurati e minuziosi controlli sul veicolo e sul soggetto, che hanno permesso di rinvenire, all’interno di un piccolo contenitore di alluminio riposto sopra il sedile lato passeggero, 9 involucri di cellophane termosaldato di colore bianco, con all’interno stupefacente verosimilmente del tipo cocaina per un peso di 9 grammi circa.

L’uomo aveva, inoltre, occultati nelle tasche dei pantaloni ulteriori 11 involucri contenenti verosimilmente cocaina, dal peso di 11 grammi circa.

Successivamente, è stata eseguita la perquisizione domiciliare presso l’abitazione del prevenuto, che ha consentito di rinvenire ulteriori grammi 25 di sostanza stupefacente verosimilmente del tipo cocaina, 3 bilancini elettronici di precisione, materiale vario per il confezionamento della droga, denaro contante pari a 5750 euro e 100 dollari americani, probabile provento dell’attività di spaccio.

L’arrestato è stato condotto presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Città della Pieve, dopo di che è stato tradotto presso la casa circondariale di Perugia Capanne, come disposto dall’ A.G. di Perugia.

 

 

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Citta’ della Pieve aderisce alle “Giornate Europee del Patrimonio Culturale 2020”

Sabato 26 e domenica 27 settembre si celebra la più estesa e partecipata manifestazione culturale ...