Home Rubriche Sel risponde anche al Movimento 5 Stelle sui servizi sanitari

Sel risponde anche al Movimento 5 Stelle sui servizi sanitari

Condividi

L”accordo di Programma,normativa adottata dalla Regione Umbria,pochi anni or sono,tutt”ora in vigore ed ulteriormente finanziato il 7 Marzo 2013 (!) ,dal Governo Nazionale e dalla Regione Umbria (conferenza Stato- Regioni) con oltre 28 milioni di Euro,prevede la creazione di un Nuovo Ospedale al confine tra Citta” della Pieve e Castiglione del Lago,il potenziamento della struttura attuale Pievese con funzioni di Ospedale di Comunita”,disturbi Alimentari,Riabilitazione. I 5 Stelle,non proponendo ,si chiamano fuori,come fanno a volte ed attribuiscono agli Amministratori e Tecnici di Sanita”di alcuni anni fa ”,meta” anni 90,il problemi attuali,forse piccati da qualche recente svarione,criticando Sinistra Ecologia Liberta” . Per la chiarezza ,allora ,questi Amministratori e Dirigenti Sanitari,(giunta comunale di coalizione, PDS,LaburistiSocialisti, presieduta dal sindaco Palmiro Giovagnola),crearono uno dei primi Stroke Service Umbri,oggi tra i primi 10 in Italia,il 118 locale con medico 24 ore,il servizio TAC,oggi anche in teleradiologia.Con impulso di bravi volontari ,in primis Luciano Convito ,sotto la spinta del Neurologo Stefano Ricci,aiutato dalla Direzione Sanitaria,il primo ed importante nucleo di ALICE,organizzazione a valenza nazionale. Si potenziarono le funzioni territoriali distrettuali e riabilitative.Si apri” la scuola Infermieri a Palazzo Corgna.   L”accordo di Programma,citato, sottoscritto invece anni dopo ,dalla sopraggiunta giunta Fallarino,e” comunque, in partenza ,scientificamente non peregrino (Ospedale di nuova costruzione,a rinnovata tecnologia ,provvisto delle classi di adeguatezza previste dalle norme europee,(impossibili praticamente da realizzare nelle nuove proposte che circolano,non si sa bene con quali paternita” tecniche),se non con investimenti altissimi,rafforzamento sanita” territoriale,integrazione a Citta” della Pieve) e l”investimento pubblico permetterebbe un moltiplicatore economico di decine di altri milioni per indotto con posti molti di lavoro.non solo in sanita”. Si tratta solo di non farselo scippare,come sta avvenendo,perche”,(come SEL a livello regionale e Provinciale ha dimostrato,) i fondi ci sono ancora tutti ed i progetti alternativi no. Sicuramente ,dubbi sulle modalita” della gestione dello stesso ,i ritardi ,la troppo precipitosa riorganizzazione a livello del Trasimeno,il non coinvolgimento delle associazioni scientifiche e degli utenti,non sono positive. Ci spettiamo ,pero”,non polemiche,ma risposte ,linee praticabili,ad oggi arrivate per iscritto e concordanti con queste prime impostazioni complessive, dalla sola candidata a Sindaco,Maria Luisa Meo,che vogliamo ringraziare per la correttez

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here