Home Rubriche Rossi-Cacciamano-Mincigrucci: la Pievese va!!

Rossi-Cacciamano-Mincigrucci: la Pievese va!!

Condividi

Dopo 2 pareggi interni consecutivi, la Pievese torna a riassaporare la vittoria tra le mura amiche: 3 a 1 al Magione, che fino al 45 del primo tempo aveva dato filo da torcere alla capolista. Decidono le reti delle tre punte biancocelesti.
In un campo anche oggi al limite della praticabilità , Fabrizi schiera Della Ciana, Baglioni, Chiappini, Ceccarelli, Canuti, Muccifori, Zappaterreno, Marchetti Thomas, Rossi, Mincigrucci, Cacciamano.
Come spesso accade, la Pievese parte lenta e non riesce ad imporre il suo gioco; dall’altra parte invece, il Magione è spavaldo e, anche senza costringere mai Della Ciana alla parata, tiene in mano il pallino del gioco. I padroni di casa giocano sfruttando le ripartenze e in un paio di occasioni, si rendono pericolosi con un tiro ravvicinato di Cacciamano e con una botta dalla tre quarti di Mincigrucci, entrambi respinti in corner dal portiere. Ma allo scadere, Rossi, con un tiro sporco di sinistro da dentro l’area di rigore, riesce a portare avanti i suoi. 1 a 0 e la Pievese rientra negli spogliatoi galvanizzata dal vantaggio.
Nella ripresa, è tutta un’altra musica. I biancocelesti rientrano con la voglia di chiudere il match e non danno respiro agli avversari. E ci riescono: prima Cacciamano devia di testa una punizione di Muccifori (100 gol con la maglia della Pievese) poi Mincigrucci trova il diagonale vincente da dentro l’area. La partita sembra chiusa definitivamente poi anche a causa del cartellino rosso rimediato dal numero 6 ospite per un intervento killer su Muccifori, costretto poi a lasciare il campo. La Pievese potrebbe dilagare, ma sotto porta è troppo leziosa e il punteggio rimane sul 3 a 0. A 10 minuti dalla fine, Canuti si fa rubare il pallone in area e nel tentativo di recuperare stende l’avversario. Calcio di rigore che il numero 7 trasforma. Il Magione allora ci crede e poco dopo, solo super Della Ciana nega il 3 a 2 agli avversari. Da lì in poi la Pievese non rischia più porta a casa una vittoria fondamentale. Nel finale, gloria anche per Giulietti.
Discreta prova quest’oggi dei ragazzi di mister Fabrizi, soprattutto nella prima parte del secondo tempo, fino al black out finale che ha rischiato di compromettere tutto.
Domenica trasferta sull’ostico campo del Papiano, una delle squadre più in forma del campionato. Ma per continuare a sperare, non si può avere paura di niente!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here