Home Rubriche Presentato “Garanzia Giovani”. Paggetti: “Occasione per giovani e imprese”

Presentato “Garanzia Giovani”. Paggetti: “Occasione per giovani e imprese”

Condividi

 Presentato “Garanzia Giovani”: opportunità per la fascia 15-29 anni. Paggetti: “Preziosa occasione per giovani e imprese”

 Città della Pieve, 20 febbraio ’15

Entrare nel mondo del lavoro, completare percorsi di studio o aprire una propria attività: sono solo alcune della opportunità offerte dal programma “Garanzia Giovani Umbria”, le cui finalità e modalità di accesso sono state presentate a giovani e imprenditori, in occasione di un incontro pubblico organizzato giovedì scorso a Palazzo Corgna dalla Provincia di Perugia e dal Comune di Città della Pieve. Un incontro voluto dalle due Amministrazioni per stimolare il tessuto economico-produttivo e il mondo giovanile locale che ancora non ha risposto come ci si attendeva alle proposte contenute all’interno di questo programma. Promosso dall’Unione Europea, “Garanzia Giovani, in Umbria, attraverso la Regione, mette a disposizione 23 milioni di euro per consentire a tutto quel settore giovanile, compreso tra i 15 e i 29 anni, non occupato e non impegnato in percorsi di istruzione o formazione, di poter costruire un progetto professionale personalizzato, in base ai propri bisogni ed esperienze, tale da consentirgli un accesso al mondo del lavoro. Formazione, accompagnamento al lavoro, servizio civile, sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità sono infatti alcune delle misure del progetto a cui i giovani potranno accedere attraverso un percorso che prevede la registrazione al portale regionale dedicato che consentirà di fissare un appuntamento con un operatore dei Centri per l’impiego della Provincia di Perugia. Il colloquio, come illustrato ieri Riccardo Pompili dirigente del Servizio Politiche del Lavoro e Servizi alle imprese della Provincia di Perugia e Elio Biccini responsabile del Centro per l’Impiego di Perugia a cui Città della Pieve deve fare riferimento, consentirà di conoscere le opportunità offerte dal programma. Pompili ha anche sottolineato come “Garanzia Giovani” sia un’occasione di innovazione per le aziende, a cui il programma offre agevolazioni. Sono infatti previsti bonus occupazionali per le nuove assunzioni e incentivi specifici per l’attivazione di tirocini e contratti di apprendistato o la trasformazione di un tirocinio in contratto di lavoro. Entrando nel dettaglio degli strumenti previsti, vi è il voucher, destinato ai giovani tra i 18 e i 29 anni che può raggiungere un valore fino a 4.000 euro. Esiste poi lo strumento del tirocinio, che interessa la fascia d’età 18-29 anni e che consente di fare un’esperienza in azienda per acquisire competenze e agevolare le scelte del percorso lavorativo. Ha una durata di 6 mesi, durante i quali il tirocinante percepisce un’indennità. Nel caso in cui il tirocinio si trasformi in un contratto di lavoro subordinato, l’azienda riceverà un bonus. Altri strumenti previsti sono il reinserimento dei giovani tra i 15 e i 18 anni in percorsi formativi, il servizio civile, un percorso per vivere esperienze di lavoro in Europa ed interventi per sostenere l’autoimpiego e l’autoimprenditorialità. “Auspichiamo – ha dichiarato l’assessore comunale alla formazione e servizi sociali Barbara Paggetti – che questo incontro favorisca l’avvicinamento di giovani e aziende a questi nuovi servizi dai quali, anche e soprattutto in un momento di crisi come quello attuale, possono scaturire concrete opportunità di affermazione”.  

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here