Home Argomenti Calcio La Pievese piega il Sangiustino 2 a 1, nonostante l’arbitro

La Pievese piega il Sangiustino 2 a 1, nonostante l’arbitro

Condividi

Non siamo tifosi da curva e siamo abbastanza obbiettivi. Ma questa volta dobbiamo cominciare a parlare della partita parlando dell’arbitro. Malvolentieri. I biancocelesti di mister Abenante erano tornati di nuovo in vantaggio da pochi minuti all’inizio del secondo tempo con Graziani che sfruttando un assist di Cacciamano aveva scavalcato il portiere altotiberino. La difesa dei giallorossi ospiti, molto forte fisicamente meno tecnicamente, combinava una frittata che consentiva a Graziani di rubare palla al centro dell’area e avviarsi a entrare in rete con la palla. A quel punto il portiere si gettava in tuffo, da dietro, con il classico placcaggio da rugby e prima quasi spogliava l’attaccante pievese e poi lo atterrava. Tutti si aspettavano a quel punto il rigore e l’espulsione per fallo sull’ultimo uomo in chiara azione da rete. Tutti meno l’arbitro il signor Colombo da Perugia, apparso chiaramente nel corso della partita non portato per questa delicata attività sportiva. Lo diciamo con il massimo rispetto per questa attività fondamentale per il gioco più bello del mondo.

A quel punto la partita diventava molto nervosa sia in campo che fuori, ma nonostante i sette minuti di recupero concessi e il forcing finale del Sangiustino la Pievese portava a casa la vittoria e tre punti molto pesanti in questo finale di campionato.

Della partita oltre a l’episodio cruciale che abbiamo descritto si può dire che è stata molto bloccata dai rispettivi centrocampi con poche conclusioni a rete. I ragazzi del presidente Convito hanno prevalso perchè sono stati più cinici e bravi nello sfruttare le poche occasioni che si sono presentate. Il primo goal l’ha realizzato Piergiovanni infilando la rete ospite dopo che Cacciamano servito sulla destra, aveva lasciato sul posto il marcatore diretto e rimesso al centro l’invitante pallone che il numero 11 biancoceleste ha trasformato al meglio.

Ai biancolesti, oggi in maglia granata, si può dare a tutti la sufficienza per lo spirito con cui hanno fatto e portato a termine  la gara. Una spanna sopra gli altri i due marcatori ( Piergiovanni e Graziani), Cacciamano per gli l’assist e il terrore che incuteva ogni volta che prendeva palla e un Giuliacci che spesso è stato una vera e propria diga davanti la difesa, nel gioco di interdizione.

PIEVESE

Curti, Parretti, Fanone, Giuliacci, Ciccone, Ceccarelli, Vitali, Saravalle, Graziani, Cacciamano, Piergiovanni. All Abenante ( nella ripresa sono entrati Guidantoni, Muccifori, Metolli )

VIRTUS SANGIUSTINO

Materni C, Ruggeri, Matteaggi L, Tomassini, Baldi, Lazzerini, Poggini, Gruda, Grilli, Belloni Sanchez,

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here