Home Rubriche Impiantato a Città della Pieve il Giardino dei Frutti riTROVAti

Impiantato a Città della Pieve il Giardino dei Frutti riTROVAti

Condividi

21 novembre, Giornata Nazionale degli Alberi – “L’albero padre del cibo: verso un’alimentazione sostenibile”, il tempo piovoso non ha fermato l’iniziativa del Gruppo Ecologista “Il Riccio”.

Puntuali alle ore 9,00 gli alunni della scuola primaria del capoluogo hanno riempito la Sala Sant’Agostino, dove Alessandro Manzini, della compagnia dei Macchiati, ha animato le 18 storie del libro “Il bosco e i suoi abitanti” che gli studenti dell’Istituto Professionale, su iniziativa del Presidio del Volontariato “Insieme si può”, hanno scritto per i bambini, ed il CesVol, su richiesta de “Il Riccio”, ha stampato. L’animazione è stata registrata e resterà a ricordo della giornata.

Sotto una pioggerella insistente, hanno collaborato alla piantumazione numerosi studenti in rappresentanza dei vari ordini di scuola del capoluogo, Primaria, Secondaria di Primo e di Secondo Grado, ma anche Associazioni, cittadini e naturalmente rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e non ultimi i 14 ragazzi gambiani da poco arrivati a Città della Pieve e qui ospiti per 6 mesi con un programma di alfabetizzazione alla lingua italiana, proprio nella sede del “Riccio”. Sono stati piantati una trentina di alberi da frutto all’insegna della biodiversità.

Una festa arricchita dai pensieri e dalle riflessioni dei bambini della Primaria, dalle magliette realizzate dai ragazzi del laboratorio artistico – creativo dell’Istituto Professionale. In questo clima festoso un riconoscimento particolare è andato alla fondatrice del Gruppo Ecologista “Il Riccio”, allora Gruppo Giovani Ecologisti, Carmelita Taborgna, alla quale oltre alla pergamena quale Presidente Onorario, è stato dedicato uno degli alberi del frutteto, il corbezzolo simbolo di tenacia e perseveranza.

Conferenza

La giornata è proseguita con gli appuntamenti del pomeriggio, alle ore 17,00 alla Sala Grande di Palazzo Corgna, dopo una doverosa presentazione del Progetto “Il Giardino dei Frutti riTROVAti” ed i ringraziamenti a chi ha reso possibile questo sogno del Gruppo Ecologista, a partire dall’Amministrazione Comunale ed all’Associazione Motoria Mente Musical che ha devoluto l’incasso di uno spettacolo teatrale per l’acquisto degli alberi da frutto, la parola è passata al Presidente di Deafal, Organizzazione Non Governativa, che in Italia ed all’estero realizza attività nell’ambito dell’Agricoltura Organica e Rigenerativa. È intervenuto quindi Matteo Mancini, docente di agroselvicoltura presso l’Università della Tuscia, che ha presentato il libro “Manuale di campo”, contenente “ricette” per migliorare il terreno e difendere le piante in modo non invasivo e non inquinante. La serata è stata conclusa da Marco Perli, artista ecologo, che ha scritto la presentazione del libro e ha fatto riflettere sulle origini della fertilità e della “Madre Terra”, presentando la sua installazione in mostra, fino al 28 novembre, alla Sala Rossa di Palazzo Corgna.

Una giornata ricca di eventi ed indicativa, anche per il significato che si spera possa rivestire il Frutteto per la collettività.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here