Home Rubriche Chiusi. Elezioni comunali. Martinozzi è il candidato del centro destra

Chiusi. Elezioni comunali. Martinozzi è il candidato del centro destra

Condividi

Delle prossime elezioni comunali a Chiusi si parla e si lavora da tempo. Nel centro sinistra, in particolare nel Pd e nel centro destra, ma anche fra i pentastellati e in qualche area cosiddetta civica. Il Primo a scendere in campo è Niccolò Maritozzi che sarò il candidato del centro destra e dell’attuale minoranza. A comunicarlo sono stati Lega Nord. Forza Italia e Fratelli d’Italia. (N.d.R)

Niccolò Martinozzi sarà il candidato della Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italiaalla carica di sindaco nelle prossime amministrative del comune di Chiusi. Soddisfatto ed emozionato Martinozzi ha ringraziato Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia per la candidatura ricevuta e promette:

“Non lasceremo nulla di intentato, né sul programma né per quanto riguarda la squadra di coloro che mi affiancheranno. Le sfide che attendono Chiusi non consentono ulteriori perdite di tempo in stucchevoli dibattiti interni al PD: è ora di agire, e se i Cittadini di Chiusi ce ne daranno la possibilità, noi siamo pronti a giocare, fino in fondo, questa partita”.

“E’ stato un lavoro importante e accurato, quello da noi svolto, e siamo arrivati insieme alla soluzione: sarà Niccolò Martinozzi a rappresentare tutte le forze del centrodestra alle prossime Elezioni amministrative di Chiusi” è quanto affermano i tre partiti artefici di questo importante accordo locale, su una realtà tutt’altro che secondaria come quella di Chiusi.

“Con Martinozzi, leghista, esperto della politica locale e della macchina amministrativa – proseguono – abbiamo un’occasione molto importante per dimostrare come il centrodestra chiusino abbia le carte in regola per porsi come alternativa di governo a un PD che sa solo desertificare i territori che amministra. Un’occasione che certamente non mancheremo di onorare, tentando in ogni modo di strappare il Comune di Chiusi a chi per troppo tempo ne ha ignorati i problemi e le potenzialità.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here