Home Rubriche Castiglione. Ultimo concerto del Festival di Musica Classica

Castiglione. Ultimo concerto del Festival di Musica Classica

Condividi

Castiglione del Lago. Ultimo concerto per il dodicesimo Festival di Musica Classica ideato e diretto dalla marchesa Marzia Zacchia Crispolti residente in svizzera ma castiglionese di nascita e sempre legatissima alla sua Casamaggiore, frazione collinare di antiche origini medievali.

Il gran finale di domenica sera è affidato ad una coppia di musicisti di alto livello: il pianista Sebastiano Brusco, vecchia conoscenza del pubblico umbro, e il violinista Pierfrancesco Fiordaliso che eseguiranno la “Sonata n. 2 in La min, op. 137” di Franz Schubert, la “Sonata op. 12 n. 1 in Re maggiore” di Ludwig Van Beethoven e infine la “Sonata in La maggiore” di César Franck.

Nella Sonata (o Sonatina) in la minore n. 2 la spontaneità melodica e la freschezza dell’ispirazione rivelano la sigla della inesauribile inventiva musicale di Schubert. Sin dal primo movimento (Allegro moderato) colpisce il gusto mozartiano delle modulazioni, nel gioco del crescendo e del diminuendo. Nell’Andante il canto del violino si estende con delicato lirismo, mentre nel Menuetto con Trio e nell’Allegretto finale riaffiorano sonorità di piacevole timbro e di purissima linearità armonica.

Sebastiano Brusco, cresciuto a Roma, scopre la passione per la musica giovanissimo. A 19 anni dopo una grave malattia, decide di dedicarle la sua vita, studiando con Valentino Di Bella, con il quale si diploma con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito corsi di perfezionamento con pianisti quali Lya de Barberiis, D. de Rosa, K. Labeque, P. Cassard, J. Achucarro e con il Duo Moreno-Capelli. Grande importanza ha Ennio Pastorino, già allievo di Arturo Benedetti Michelangeli, con cui ha seguito un corso di 3 anni conseguendo il diploma di eccellenza presso l’Accademia Musicale Umbra, e lo studio con Aldo Ciccolini nei 3 anni di perfezionamento presso l’omonima accademia. Vincitore di concorsi nazionali e internazionali, come solista ha suonato con importanti orchestre italiane e straniere come I Solisti Veneti, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra Nazionale di Stato della Transilvania, l’Orchestra di Tirana, l’Orchestra Sinfonica di Pesaro, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese. In Italia suona come solista e in formazioni da camera in noti teatri e auditori mentre all’estero ha tenuto numerosi sono concerti in Canada (Montreal Istituto Italiano di Cultura), negli USA (Washington IIC e NY University), negli Emirati Arabi e in Messico (Monterrey) dove il suo recital è stato trasmesso in TV via satellite. In Europa ha suonato in Spagna e a Parigi: a Zurigo, nella prestigiosa sede della Zürcher Kammerorchester, dove tiene regolarmente rècital e collabora con artisti svizzeri, in Romania, in Polonia (Varsavia, Museo Chopin) e in Germania.

Pierfrancesco Fiordaliso, alunno di A. Pelliccia, ha completato i suoi studi diplomandosi a 18 anni col massimo dei voti e la lode nella classe di F. Mezzena, perfezionandosi successivamente con Z. Gilles a Boston e I. Grubert a Fiesole. Ha seguito corsi con famosi violinisti quali F. Gulli, A. Stern, P. Vernikov, W. Blockbergen, V. Liberman ed altri ed è stato alunno di B. Mezzena e F. Rossi per la musica da camera. Vincitore di diversi concorsi nazionali e internazionali, ha fatto parte di varie orchestre sinfoniche e cameristiche, suonando come Primo Violino di spalla (Orchestra da camera di Bologna, Orchestra Toscanini di Parma, Settimane musicali di Stresa, Filarmonia Veneta, Orchestra Filarmonica Marchigiana ed altre…). Numerosi i concerti in Italia e all’estero (Francia, Spagna, Stati Uniti, Ungheria, Germania, Austria ecc.), in formazioni da camera (duo, trio)e come solista. Per 5 anni è stato membro stabile dei Solisti di Pavia, sotto la direzione di Enrico Dindo. Dal 2005 vive a Barcellona, dove insegna violino nel conservatorio Liceu di Barcellona e nel conservatorio Albeniz di Girona e svolge attività concertistica in formazioni da camera. Suona in duo e in trio con i suoi fratelli Mariella e Gianluigi e fa parte del Romantic Trio con Gennady Dzubenko al piano e François Ragot al cello.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here