Home Rubriche Castiglione. Il Consiglio Comunale “Basta ritardi per le nostre strade”

Castiglione. Il Consiglio Comunale “Basta ritardi per le nostre strade”

Condividi

(AKR) – Castiglione del Lago – Il Consiglio comunale di Castiglione del Lago nell’ultima seduta di settembre ha approvato un ordine del giorno  sulla situazione della viabilità nel territorio comunale e sullo stato di avanzamento del progetto relativo alla variante alla strada regionale 71. Hanno votato a favore la maggioranza e il gruppo di Progetto Democratico, mentre hanno votato contro il Movimento 5 Stelle e Forza Italia.

Nell’odg si lamenta il grave dissesto di numerosi tratti viari del territorio di pertinenza ed in gestione ad enti sovracomunali: già in una delibera del giugno 2015 si evidenziava la necessità assoluta di predisporre un piano straordinario di risanamento conservativo e di manutenzione della rete provinciale e regionale, sollecitando l’immediato avvio delle procedure inerenti la “Variante del Capoluogo”, finanziata per 7 milioni ma rallentata da eccessive lungaggini burocratiche. Ora, dopo oltre un anno, il Consiglio comunale con questo nuovo odg constata che un tratto della 71 fra Castiglione e Borghetto è stato ripristinato ma ciò non è sicuramente sufficiente. «Lo scorso 10 giugno – si legge nell’odg – Anas ha comunicato il piano industriale 2016-2020 che riguarda il recupero della gestione di circa 6.250 km di strade regionali e provinciali con l’obiettivo di garantire continuità territoriale alla rete italiana: la riconosciuta professionalità, esperienza e disponibilità di risorse di Anas, calata sulle nostre realtà locali garantirebbe una riqualificazione della viabilità nei tratti che riguardano Castiglione, come la SR 71, la SR 454 Pozzuolese e la SR 599. Non è più differibile la Variante e ulteriori ritardi penalizzerebbero pesantemente il nostro territorio, la sua fruibilità, la capacità di attrazione turistica ed il suo sviluppo armonico e sostenibile, oltre che la sicurezza complessiva degli utenti della 71 che attraversa il capoluogo. Inoltre il perdurare di tale stasi amministrativa marcherebbe ancor più gravemente le differenze di trattamento rispetto ad altre aree dell’Umbria, dove sono stati portati a termine significativi interventi infrastrutturali di decongestionamento dei nuclei urbani di maggior rilievo».

Il Consiglio comunale, con l’approvazione dell’odg, impegna il Sindaco e tutta l’Amministrazione comunale, per il tramite dei componenti della Commissione consiliare lavori pubblici e sicurezza, a farsi parti attive nelle sedi preposte e in particolare presso la Regione Umbria per mezzo della Giunta e dei componenti della Commissione “Attività economiche e governo del territorio”, Provincia di Perugia, Anas e a tutti i parlamentari umbri, al fine di chiedere l’inserimento nella gestione diretta dei tratti delle strade regionali 454, 71 e 599 nello spettro di applicazione del piano Anas 2016-2020. Infine Sindaco e Giunta comunale si devono rendere parte diligente e attiva nei riguardi della Regione Umbria per ottenere il rispetto delle indicazioni progettuali per l’immediato sblocco delle risorse destinate agli interventi in oggetto.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here