Home Rubriche Viabilità. Paciano protesta per l’esclusione dagli interventi urgenti

Viabilità. Paciano protesta per l’esclusione dagli interventi urgenti

Condividi

Il Comune scrive alla Regione per lamentare il mancato inserimento delle S.P. 310 e 305

“Nel Programma regionale umbro di ripartizione degli interventi urgenti di manutenzione straordinaria sono assenti gli interventi sulla rete stradale provinciale ricadente nel comune di Paciano”.

A sottolinearlo, in una lettera inviata nei giorni scorsi alla presidente Catiuscia Marini e all’assessore regionale alle infrastrutture Giuseppe Chianella, sono gli amministratori comunali di Paciano (il sindaco Riccardo Bardelli, il vice Cinzia Marchesini e l’assessore ai lavori pubblici Valter Del Buono). “L’Amministrazione Comunale di Paciano – si legge nella missiva – ha constatato, con amarezza, che nel ‘Programma di ripartizione degli interventi urgenti di manutenzione straordinaria sulla base delle risorse stanziate dalla Regione pari ad euro 3.055.000’ non è previsto alcun intervento sulle Strade provinciali 310 (I e II tratto) e 305 del Ceraselo”.

Secondo quanto riferiscono gli amministratori comunali, dai sopralluoghi risulta che dei 16 chilometri di Strade provinciali presenti all’interno del comune, almeno 5 necessitano di interventi urgenti di manutenzione.

“Non possiamo ulteriormente accettare tale situazione – si legge nella lettera – soprattutto dopo la nuova ordinanza della Provincia in cui si impone sulle strade provinciali 310 II tratto e 305 del Ceraseto il limite massimo di percorrenza di 30 KM/H, limite non di certo imposto dalle caratteristiche di classificazione della strada, bensì dalla presenza di forti avvallamenti e situazioni di pericolo derivanti dalla mancata manutenzione della sede stradale. L’Amministrazione Comunale di Paciano, dal suo insediamento, è venuta incontro all’Ente Provinciale, in profonda difficoltà, effettuando 3 sfalci dell’erba presente nelle banchine con i propri mezzi ed a proprie spese e nelle prossime settimane provvederà ad effettuare l’installazione dei paracarri, in quanto ad oggi la segnaletica verticale ed orizzontale è pressoché inesistente.

Vogliamo credere che non esistano cittadini di serie A e cittadini di serie B, crediamo invece nel rispetto e nella dignità di tutti cittadini e nel buon senso dei nostri rappresentanti nei vari organi di Governo. Per tanto chiediamo di conoscere quale siano i criteri adottati per la redazione dell’elenco delle priorità di intervento su scala regionale”.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here