Home Rubriche Turismo : riflessioni sull’andamento 2014 e progetti per una nuova politica turistica.

Turismo : riflessioni sull’andamento 2014 e progetti per una nuova politica turistica.

Condividi

La stagione turistica 2014 sta volgendo al termine e dall’analisi dei dati statistici si individuano i punti deboli ma anche le potenzialità dell’economia turistica comunale.

Partendo dal presupposto che il numero delle strutture ricettive è praticamente rimasto invariato rispetto allo scorso anno si è registrato un segno positivo nelle strutture alberghiere, mentre nell’extralberghiero, a fronte di un aumento negli arrivi, sono diminuite le presenze, determinando una diminuzione della permanenza media.

Dai dati si evince che sono aumentati i turisti italiani e sono invece diminuiti gli stranieri, stessa situazione si è registrata nei restanti comuni dell’area del Trasimeno ed in quasi tutti i territori della Regione Umbria.

E’ evidente che la diminuzione delle presenze ha comportato una riduzione della percentuale d’occupazione ed una diminuzione della permanenza media che tuttavia, ad oggi, specialmente nel settore extralberghiero è superiore alla media regionale.

Il patrimonio ricettivo del nostro comune con 6 strutture alberghiere, 31 esercizi agrituristici, 11 tra case e appartamenti per vacanze e affittacamere, 3 country houses, 1 ostello, 1 casa religiosa d’ospitalità ed 8 B&B conta un totale di 1.234 posti letto, che sono più che sufficienti per soddisfare la domanda. Purtroppo, in taluni e limitati casi, la qualità non soddisfa le aspettative e le richieste del mercato.

Città della Pieve ha notevoli potenzialità e può sicuramente essere una vera città turistica , ma l’isolamento, la non diversificazione dell’offerta, la trascuratezza nell’accoglienza dell’intero sistema, ha prodotto nel corso degli ultimi anni una graduale perdita di consenso da parte degli ospiti.

Ancora oggi occorre lavorare per aprirsi al confronto ed alla collaborazione con gli altri territori che sono una risorsa che consente di integrare e sviluppare nuove opportunità. Per farlo ancora occorre superare remore e diffidenze.

Questa Amministrazione ha cercato da subito di cambiare marcia con una serie di iniziative tese a vitalizzare l’offerta turistica:

Già dai prossimi giorni l’ufficio informazioni tornerà nella sede originaria dove troverà adeguata sistemazione in luogo facilmente accessibile e visibile.
Tutto il materiale che verrà prodotto non sarà più solo in italiano e inglese ma nelle cinque lingue europee più diffuse, già è stato fatto per una piccola pubblicazione riguardante il Percorso Museale e per non disperdere risorse e dare un’immagine complessiva della città, i nuovi materiali che verranno prodotti conterranno tutte le eccellenze che il paese può offrire.
Da tempo sono stati avviati progetti interessanti che ci vedono coinvolti con i paesi limitrofi e con le Istituzioni regionali.
con l’Unione dei Comuni della Valdichiana si sta lavorando ad un progetto di promozione nel Nord Europa in collaborazione con Ryanair
con la Regione Umbria si sta collaborando per la definizione della presenza di Città della Pieve a Parigi alla mostra, già in atto, del Perugino al Museo Jacquemart-Andrè;
con i Comuni del Trasimeno, con cui questa Amministrazione intende continuare a collaborare, si è insieme al tavolo regionale di negoziazione per il “ Contratto di paesaggio del Trasimeno”.
con i comuni dell’Orvietano si partecipa al progetto delle “ Aree Interne
con i comuni confinanti si sono avuti incontri per:

lo sviluppo dei percorsi a piedi, in bicicletta e a cavallo per i quali si sta anche ultimando la segnaletica e la stampa del materiale cartaceo del tratto della Via Romea Germanica che interessa il nostro territorio;
collaborare nella realizzazione di percorsi museali congiunti:
dibattere sulla proposta di un “Marchio d’Area” per promuovere i insieme i prodotti tipici del territorio.

Accanto a questo si sta già lavorando al bando per l’assegnazione della gestione dell’ufficio informazioni e della Rocca. Si è consapevoli che questa sarà una operazione complessa stante le molteplici esigenze da soddisfare e le scarse risorse economiche a disposizione.

Questa Amministrazione sta cercando di lavorare con impegno e serietà alla promozione turistica e culturale della nostra città consapevole che per “fare turismo” sono utili e necessari, ovviamente in misura diversa, molteplici elementi come la promozione del patrimonio storico-artistico, il grandissimo lavoro e le azioni intraprese negli anni dai Terzieri e dalle altre associazioni, le pregevoli iniziative di volontariato come anche gli occasionali eventi. Tutto concorre ad elaborare un complesso progetto di promozione integrata. Solo così è possibile ipotizzare di avere riscontri positivi nel tempo.

 

Seguono tavole statistiche, con scomposizione del dato, per una informazione dettagliata.

italiani_1_
stranieri_1_

arrivi_presenze

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here