Home Rubriche La Pievese sbanca Magione

La Pievese sbanca Magione

Condividi

In settimana, mister Fabrizi, l’aveva definita la “partita di cartello” della 1° Categoria: Magione-Pievese. L’hanno spuntata gli ospiti, con un 1 a 0, oltretutto bugiardo, visto le tante occasioni create e non sfruttate.

Pievese che si dispone con il 4-4-2: Della Ciana tra i pali, linea difensiva composta da Baglioni, Canuti, Natali, Tanci e Chiappini, Zappaterreno vertice basso con i fratelli Marchetti ai suoi lati e Muccifori a chiudere il rombo e in attacco solita coppia, Rossi Cacciamano.

Dopo pochissimi minuti di gioco, Rossi è costretto ad abbandonare il campo per infortunio, lo sostituisce Crescenzo e Fabrizi cambia modulo, passa al 4-4-1-1, lasciando Cacciamano unica punto con Muccifori a supporto. Per il resto, la partita scorre via senza nessun tiro in porta, ne’ da una parte, ne’ dall’altra, con squadre lunghe e poco precise. La svolta arriva al 32: Marchetti Thomas recupera palla a centrocampo, serve bomber Cacciamano in area che con una magia aggira l’avversario e batte il portiere sul primo palo. IL primo tempo si chiude così, senza altre occasioni degne di nota.

Nel secondo tempo, entra in campo un’altra Pievese, determinata e aggressiva che non lascia ai locali nemmeno le briciole. Subito Cacciamano cerca il bis, trovando la deviazione del portiere in corner; sul calcio d’angolo, svetta Canuti che manda di pochissimo alto. Poco dopo, il Magione prova con Feliciotti dalla lunga distanza, ma non impensierisce Della Ciana. Poi ancora Pievese, con Muccifori che a porta vuota, trova la respinta di un difensore sulla linea di porta, Zappaterreno che impegna il portiere con un bel destro da fuori e Marchetti Thomas che con un destro violento coglie la traversa a portiere battuto. Nel frattempo, il Magione era rimasto on 10, per l’espulsione del numero 3, reo di aver detto qualche parola di troppo all’arbitro. Nel finale, il Magione prova un ultimo assalto, con un tiraccio respinto in corner da Canuti a pochi passi dalla porta.

Bella Pievese oggi, con una difesa su livelli d’eccellenza e un centrocampo che ha annichilito i pari ruolo avversari. Rimane il rammarico per non aver chiuso prima la partita lasciando il risultato in bilico fino al 90°. Continua comunque la corsa verso la salvezza.

Domenica arriva al Santa Lucia il Papiano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here