Home Rubriche FilOTTO Pievese: il derby è biancoceleste!!!!!!!!!

FilOTTO Pievese: il derby è biancoceleste!!!!!!!!!

Condividi

Decimata dalle assenze ( solo 15 giocatori convocati) la Pievese fa suo il secondo derby stagionale, vincendo per 2 a 1 sul difficilissimo campo del Moiano, secondo in classifica e conquistando l’ottavo successo consecutivo. Partita non bella, molto nervosa, soprattutto a causa delle decisioni dell’arbitro, che, a conti fatti, non accontenta nessuna delle due squadre.
Fabrizi si affida alla stessa formazione che domenica aveva battuto il Papiano: Della Ciana, Baglioni, Canuti, Natali Tanci, Chiappini, Marchetti Thomas, Montagnolo, Zappaterreno, Moretti, Crescenzo, Cacciamano.
La partita inizia con un ritmo blando, le squadre si studiano e il forte vento condiziona molto le giocate. Il centrocampo viene sistematicamente saltato, i palloni lunghi agevolano il compito dei difensori e le azioni pericolose scarseggiano. La Pievese gioca però meglio, tiene il pallino del gioco in mano e la partita si gioca prevalentemente nella metà  campo dei locali. La prima azione degna di nota è del Moiano, con Ponticelli, che in contropiede, da posizione defilata calcia abbondantemente a lato. Rispondeno subito gli ospiti con un gran tiro da fuori di Zappaterreno che viene fortuitamente alzato sopra la traversa da un difensore. Sul finire della prima frazione di gioco, mister Fabrizi, protesta con l’arbitro che, molto fiscalmente, lo allontana dal terreno di gioco. Il primo tempo si chiude senza ulteriori sussulti.
Nella ripresa, il Moiano, sfrutta il vento a favore e cerca di prendere in mano la partita: Ponticelli ci riprova con un destro in diagonale, facile preda di Della Ciana. Poco dopo, la stessa punta moianese, si scontra violentemente con capitan Canuti che ha la peggio ed è costretto ad abbandonare il campo con un vistoso buco sulla caviglia sinistra; al suo posto Guidantoni. Al 60°, la svolta: Natali Tanci cade in area e l’arbitro concede il rigore. Dagli undici metri, bomber Cacciamano non sbaglia e va ad esultare sotto la tribuna. La Pievese potrebbe addirittura raddoppiare, ma Crescenzo, dopo avere saltato il portiere, non trova il tempo per calciare verso la porta avversaria e l’azione sfuma. Passa un minuto e altro evento importante: Marchetti viene espulso per doppio giallo e lascia i suoi in 10. I locali ci credono allora e provano a chiudere i biancocelesti nella propria area alla ricerca del pareggio; lo fanno affidandosi a lunghi lanci, che sono sempre preda di Della Ciana in uscita o di un monumentale Natali Tanci. L’unica vera occasione per il pareggio, arriva sui piedi di Brusco, che entrato in area calcia sul primo palo, ma Della Ciana si oppone. Sul rovesciamento di fronte, Cacciamano dopo aver saltato un difensore avversario, è steso dal portiere avversario. Rigore, che lo stesso bomber trasforma con freddezza. La partita sembra chiusa, ma il Moiano non si arrende e trova il gol della speranza con Ragnetti che da dentro l’area calcia la palla sotto la traversa. Dopo 4 minuti di recupero, finisce il match.
Derby molto nervoso, sia in campo che, soprattutto sugli spalti che vede prevalere i ragazzi di mister Fabrizi, autori di una gara di sacrificio e di gran corsa, con una difesa impenetrabile, un centrocampo che non da respiro agli avversari e un attacco spietato.
La Pievese si avvicina ancora di più la salvezza: Domenica prossima, arriva il Santa Sabina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here