Home Argomenti Cronaca Don Matteo non vedrà Città della Pieve

Don Matteo non vedrà Città della Pieve

Condividi

In questi giorni parte la nuova serie di Don Matteo girata a Spoleto, con polemiche al seguito, dopo che il set ha abbandonato Gubbio. La città che ha ospitato negli anni ben 8 serie si è risentita ed ha subito avviato una serie di proteste che sono approdate anche in Consiglio Regionale con tanto di richiesta di risarcimento.

E’ una vicenda che ci ricorda qualcosa. Anche a Città della Pieve abbiamo avuto la nostra bella fiction per diversi anni con un ritorno eccezionale per certi versi ancora vivo. Siamo stati prima sedotti e poi abbandonati per la vicina Montepulciano. Le cose là non sono poi andate benissimo, la produzione si è interrotta e noi abbiamo ingoiato il rospo. Certo però che la vicenda di strascichi e malumori ne ha avuti e molti pievesi ed operatori commerciali il rospo non lo hanno ancora digerito.

A Gubbio, per la “digestione del rospo”, per adesso la Regione ha giustamente dedicato una delle 13 “pillole” promozionali di 3 minuti che andranno in onda come anteprima dei vari episodi . Gli assessori regionali Fernanda Cecchini e Fabrizio Bracco hanno in questi giorni comunicato l’importo investito dalla Regione per tale promozione turistica. Si parla di 679 mila euro, di cui 520 mila provengono da fondi comunitari ed i restanti da stanziamenti regionali.

Le 13 “pillole” pubblicitarie in parte già realizzate riguardano Perugia, Terni (San Valentino), Narni, Foligno, Gubbio, Norcia, Spoleto, Orvieto, Città di Castello (tartufi), la pista ciclabile Spoleto-Assisi, Todi, la cascata delle Marmore e la pesca sul lago Trasimeno. Gli assessori coinvolti sono due perche negli spot si parla anche di prodotti tipici umbri quali il Prosciutto di Norcia, il Sagrantino di Montefalco, l’Orvieto Classico, le Lenticchie di Castelluccio, l’Olio Extravergine “Dop Umbria”, lo Spezzatino di Chianina, la Fagiolina del Trasimeno, il Pecorino di Norcia, gli Strangozzi al sugo di Chianina, la Torta al testo con il prosciutto, la Torta al formaggio di Pasqua, il Pane di Strettura e il Rosso di Torgiano.

E Città della Pieve ….?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here