Città della Pieve. Domenica, presidio contro il Governo Draghi, del PC umbro e toscano.

(comunicato stampa) L’Italia ripudia la guerra, il governo Draghi la alimenta. Non condividiamo le politiche liberiste del governo che continua a voler inviare armi in Ucraina, l’unica soluzione possibile è il confronto diplomatico.Le sanzioni stanno peggiorando una situazione interna già critica ed ha soffrire sono le classi popolari, includendoci anche i proprietari di piccole aziende, p.iva ed autonomi, oltre che i lavoratori. Aumenti indiscriminati sulle tariffe dei beni di prima necessità, spese militari, morti sul lavoro, sono queste le condizioni nelle quali il nostro paese versa, già prima dello scoppio dell’operazione militare in Ucraina, Il Partito Comunista è per la pace, il lavoro ed il pieno godimento dei diritti sociali da troppo tempo “negati”, la popolazione è esausta. Organizzeremo, come Federazioni Umbria e Senese, il nostro presidio alla presenza del Segret.  Regionale Umbria Paolo Zioni  contro il governo Draghi Domenica 22 Maggio a Città della Pieve in Largo della Vittoria dalle ore 10.00, perchè l’unica VITTORIA è pace e lavoro, questo chiede a gran voce il popolo, difendendo il futuro per le nuove generazioni.. Rendiamolo partecipe conquistando insieme il controllo e l’organizzazione del lavoro, non regaliamolo a multinazionali e banche che per loro stessa costituzione fanno i propri interessi
FEDERAZIONE UMBRIA
FEDERAZIONE PROV.LE SENESE
PARTITO COMUNISTA

Riguardo a redazione

Controlla anche

“VIVICHIANCIANO 2022” entra nel vivo

Nei primi due week end di luglio prende il via l’iniziativa VIVICHIANCIANO nata per raccontare ...