Home Rubriche Lettera di Natale di un cittadino moianese

Lettera di Natale di un cittadino moianese

Condividi

Natale, tempo di auguri, occasione  per la   riflessione, bilancio dell’anno che sta per finire e progetti per     quello nuovo.

E’ un momento certo non facile … crisi economica con qualche timido segnale di ripresa , insicurezza per il futuro, … venti di guerra vicino all’ italia …minacce del terrorismo..

Per il mio paese voglio   esprimere   un grazie sincero a   tutti coloro, giovani e meno giovani, che nelle varie associazioni si impegnano a realizzare   iniziative di gestione e aggregazione per lo stare insieme , dalla parrocchia al circolo Arci , dall’Ass giovanile “ il minello di u .g.o. “ alla Polisportiva Moiano oltre naturalmente il Pd locale.

NOVITA’ A MOIANO

Crediumbria, la banca   nata a Moiano come Cassa Rurale ed Artigiana nel lontano 1959 , come si legge in un articolo /intervista di un giornale locale   online di pochi giorni fa , sta trattando la fusione con un’altra banca   umbra al fine di rafforzare la capacita’ operativa   a sostegno del territorio   in cui opera   che ,come a livello nazionale , risente in maniera pesante degli effetti della crisi economica.

domande …   se andra’ in porto, la fusione quali effetti avra’ sul territorio   del Trasimeno e a Moian0 ? nel tempo di “ cure dimagranti “ saranno garantiti i livelli occupazionali attuali ? come verra’ utilizzata nei prossimi anni   la   moderna sede centrale di Moiano ?

BAR DEL CIRCOLO ARCI   E   CASA DEL POPOLO

il bar /circolo Arci , da quanto appreso in una assemblea   dei soci di alcuni   sere fa, sta per cambiare gestione. Fino a qualche   anno fa il   bar del circolo era l’unico luogo di ritrovo   del paese. Ora diversi   motivi rendono necessaria la     modifica del tipo di gestione pur riconoscendo l’importanza per la collettivita’ delle numerose iniziative sviluyppate durante l’anno , utilizzando i numerosi locali dell’intero complesso ……   quale strada   per il rilancio ?….vedremo le proposte del comitato …   e’ un tentativo che va sostenuto ma il contesto   dovra essere necessariamente   diverso da quello di appartenenza politica   che per molti anni ha caratterizzato   la sua gestione . anche la struttura della casa del popolo nata negli anni 70, attualmente   proprieta’ di una fondazione creata  dall’allora pci , utilizzata per molti anni   per   iniziative politiche   , feste e   serate da ballo , oggi e’ scarsamente usata .   quale idee/ proposte   per   il suo futuro ??

ENTE SAGRA “ A MOIANO . NON SOLO LUMACHE “

Fondato da pochi   anni   e promosso dalle tre associazioni del paese ( circolo arci – polisportiva moiano – ass. il minello di u.g.o )-, come esperimento di aggregazione   degli abitanti  e’ ormai una bella realta’ che organizza diverse iniziative durante l’anno , la principale…. la sagra delle lumache a fine giugno   giunta alla 5 ° ediz , sta avendo un grosso successo anche a livello regionale. Una parte degli utili   viene   destinata a necessita’ del paese ( scuole, aree pubbliche ecc )

             SERVIZI COMUNALI

Le difficolta’ economiche attuali dell’Italia , non permettono piu’ la realizzazione di nuove   grandi   opere …pubbliche, le diminuite risorse disponibili devono essere utilizzate   in primo luogo per garantire un buon   livello delle   condizioni di vita dei cittadini, dalla salute alla qualita’ dei servizi   pubblici con tariffe contenute. Quindi risparmi nelle gestioni, guerra agli   sprechi e al superfluo. Alcune riflessioni fra le tante possibili …….. . l’istallazione delle   fontanelle pubbliche   anche nelle frazioni che , pur   offrendo un servizio utile ma non essenziale ai cittadini ,,,mentre decine di case fuori dai centri abitati non possono accedere all’’acquedotto pubblico , – fra l’altro l’ente   gestore Umbraacque   per ora non intende realizzare nuove condutture. Era una scelta veramente prioritaria rispetto anche alla manutenzione delle strade ??

Raccolta   rifiuti. E’ un problema   sicuramente complicato …fatto salvo il vincolo delle leggi europee e nazionali , spingere   con forza verso misure che abbattano i costi e quindi   le tariffe . ….es …… la raccolta dei rifiuti riorganizzata con una cadenza non piu’ settimanale ma quindicinale … e’ possibile ???   Come pure premiare con una tariffa ridotta i cittadini che producono meno indifferanziata   e al contrario   penalizzare con un aumento delle tariffe   chi   non differenzia i   rifiuti prodotti ?     Al comune , all’ ente   gestore   tsa /gest il compito di dire se e’ fattibile   concretamente ?   Marciapiedi a Moiano lungo la   trafficatissima SR 71 , promessi da 20 anni dalle varie amministrazioni comunali … il progetto che fine ha fatto?

sui servizi sarebbe utile   potenziare   il   coinvolgimento dei cittadini in piccoli progetti in collaborazione con il comune   sulla gestione di servizi / e manutenzione di aree pubbliche non escludendo sconti     sulle tariffe per chi vi aderisce – utilizzando l’opportunita’ offerta dal progetto   comunale  “ bene comune” peraltro già avviato.

IMPIANTI SPORTIVI E SQUADRE DI CALCIO

anche qui   le ridotte risorse comunali costringono le societa’   sportive ad adattarsi ai tempi . !!! tanto volontariato x gestire impianti e attivita’ . ormai c’e’ da chiedersi   ………e’ piu’ sostenibile economicamente avere in un comune di 7700 ab   tre   prime     squadre di calcio ??? fino a che punto riusciamo a tenere alta   la bandierina dell’appartenenza di una squadra per ogni     paese …?..moiano – pobandino – capoluogo sono ad una     distanza media fra loro di   5/8   km … 5/10   minuti di auto .. l’unica strada     ormai percorribile   e’ quella di …unire le forze per arricchire la pratica sportiva e motoria per i nostri giovani e meno giovani – maschi e femmine – con attivita’ diversificate,, andando incontro ai bisogni della gente.

AMBULATORI MEDICI A MOIANO

… dove prestano servizio diversi medici di base oltre il pediatra, come è facilmente osservabile da tutti ,   la sala d’attesa dei pazienti, a causa del poco   spazio disponibile ,non è l’ambiente ideale. Anche solo per l’aspetto igienico- sanitario, per i pazienti   di qualsiasi età e in particolare i bambini. E’ possibile fare   qualcosa per renderlo più accogliente ? Di chi è la competenza per   interventi migliorativi o soluzioni alternative ? Usl, Comune o medici ?  

Mi     auguro che queste   personali     osservazioni/proposte,  espresse come   cittadino impegnato da anni nelle attivita’ di volontariato, nel paese, possano   contribuire   ad una   riflessione collettiva su aspetti   che interessano tutti , con un  atteggiamento responsabile   di fiducia   /collaborazione   verso le istituzioni locali . e vicerversa .

Buon  Natale     e   2016  a   tutti

moiano   18 dicembre 2015

Sergio Foscoli

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here