Chiusi. Il progetto ‘Toscana Terra Etrusca’, protagonista alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum.

(Comunicato stampa)

Il prodotto turistico omogeneo “Toscana Terra Etrusca”, di cui il comune della Città di Chiusi è capofila, è stato protagonista, grazie a Regione Toscana e Goscana Promozione Turistica all’interno della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico (sede del Salone Espositivo dedicato al patrimonio archeologico e di ArcheoVirtual, mostra internazionale di tecnologie), evento di scena a Paestum, in Campania. Toscana Terra Etrusca vede coinvolti molti comuni toscani sotto il segno unitario del patrimonio degli etruschi. L’obiettivo è quello di trasformare la gloriosa quanto misteriosa civiltà etrusca in un attrattore turistico quale motivo di esperienza per la valorizzazione e la promozione dei territori. Per fare ciò è stato ideato un percorso, grazie anche al lavoro dell’agenzia Toscana Promozione Turistica, per strutturare il tutto anche con la partecipazione di altre regioni italiane. Al centro la presentazione del progetto con un convegno dal titolo “In Viaggio con gli Etruschi in Toscana: buone pratiche e progetti di eccellenza” che ha visto la partecipazione dei partner del progetto toscano e alcuni tra i principali esperti di archeologia etrusca con progetti e scoperte inerenti, appunto, gli Etruschi in Toscana. Alla presentazione ha fatto seguito un’animazione con musici e rievocatori Etruschi delle Associazioni Suodales ed Herentas oltre a una degustazione ispirata proposta da Vetrina Toscana. “Un’iniziativa importante per il nostro comune – dichiara il primo cittadino Gianluca Sonnini. Questo progetto è una grande occasione per Chiusi e per la sua storia e siamo soddisfatti di essere il comune Capofila. Per questo è doveroso un ringraziamento a Chiara Lanari che, grazie anche al suo incarico in Regione, continua a coordinare il progetto di promozione anche per la nostra città e per i Comuni del progetto, attraverso la promozione delle nostre radici più antiche, con grande passione e competenza”

“Essere capofila di un progetto riguardante la civiltà etrusca è un onore, anche perché è rivolto non solo al territorio ma è di interesse nazionale – la dichiarazione della Vice Sindaca Valentina Frullini. Attraverso Toscana Terra Etrusca abbiamo fatto tappa anche alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum e questo non può che essere un ottimo segnale per la bontà del progetto. L’obiettivo è quello di valorizzare sempre più una civiltà come quella etrusca che può senza dubbio essere uno dei punti cardine su cui basare il turismo del nostro comune”.

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Peltristo, Pinzo e Tei: “Situazione debitoria Società Valnestore ed elaborazione del regolamento per l’installazione di sistemi di videosorveglianza. “La Civica torna ad incalzare il Comune.

  Una interpellanza sulla esposizione finanziaria pregressa della Società Valnestore ed una mozione per la ...