Home Rubriche Chiusi. Experience Etruria. Fare rete e promozione con gli Etruschi

Chiusi. Experience Etruria. Fare rete e promozione con gli Etruschi

Condividi

dalla newsletter del Comune di Chiusi.

“Siamo orgogliosi – dichiara l’assessore al sistema Chiusipromozione- di essere capofila per i Comuni della nostra area e di essere stati delegati a rappresentare Chiusi ed i Comuni del senese riguardanti l’area del progetto con i Comuni toscani umbri e del lazio.

Ci ha fatto molto piacere ricevere parole di apprezzamento anche dal Ministro Franceschini e da tutti i presenti al Mibact. Fare rete e riuscire a fare promozione grazie al tema comune degli Etruschi è fondamentale, sia ad Expo, sia per futuri progetti.

Abbiamo lavorato intensamente a questo progetto anche perché cultura può e deve essere sinonimo di turismo e di conseguenza di ricaduta economica per tutto il nostro territorio.” Usa queste parole l’assessore al sistema Chiusipromozione Chiara Lanari a seguito della conferenza stampa Experience Etruria che si è svolta ieri a Roma presso la sede del Ministero dei Beni Culturali alla presenza, oltre che di numerosi sindaci e assessori dei territori coinvolti e protagonisti, anche del Ministro ai Beni, alle Attività Culturali e al Turismo Dario Franceschini.

Come spiegato nell’introduzione dal soprintendente per l’Archeologia del Lazio e dell’Etruria Meridionale, Alfonsina Russo e dalla responsabile del visual information technology lab di Cineca, Antonella Guidazzoli, protagonisti del progetto sono l’antico popolo degli etruschi e l’antico territorio dell’Etruria ricco di testimonianze artistiche, culturali, paesaggistiche, storiche, archeologiche ed enogastronomiche. Caratteristica importante del progetto Experience Etruria, che parteciperà anche all’Expo Universale di Milano, sono una serie di itinerari e prodotti multimediali (sito internet www.experienceetruria.it  e video in 3D) che permetteranno di far conoscere al meglio i vari territori protagonisti. Le radici storiche dei vari Comuni rappresenteranno quindi una delle principale leve di sviluppo turistico/economico dei prossimi anni. .

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here