Sarteano. Debutta il 46° Cantiere Internazionale d’Arte.

(Comunicato stampa)

Debutta il 46° Cantiere Internazionale d’Arte

Il 46° Cantiere Internazionale d’Arte debutta al Castello di Sarteano con “Centanni – Fiaba per un possibile risveglio” di Laura Fatini che insieme a Gabriele Valentini realizza anche la regia dello spettacolo di teatro musicale in scena dal 15 al 18 luglio, alle 21.00.

La coproduzione tra Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte e Nuova Accademia degli Arrischianti evoca le fiabe popolari sulla storia de ‘La bella addormentata’, raccogliendo riflessioni elaborate durante il periodo della pandemia, riletto qui come un brutto incantesimo. Giornate tutte uguali, l’impossibilità di uscire, il desiderio e la paura di sapere cosa ci avrebbe attesi una volta tornati fuori. Si tratta di temi già presenti nella tradizione della favola che Laura Fatini interpreta come metafora dell’attuale ritorno alla realtà e alla luce dopo il sonno e il buio: “Lascio al pubblico – afferma l’autrice – decidere cosa sia questa luce: per me è il Teatro che un popolo di artisti ha mantenuto in vita, pur disorientati, sonnambuli, ma mai sconfitti”.

Le musiche di scena sono state commissionate a Giovanni Vannoni, 29enne già elogiato dalla critica; l’esecuzione strumentale è invece affidata all’Ensemble Centanni, diretto dal giovane Ymar Caguing.

Il prologo della manifestazione è invece in programma per le ore 19.00 quando la Piazza Grande di Montepulciano, accoglie il Concerto delle bande della Valdichiana. S’incontrano sul palcoscenico la Filarmonica ‘Ario Gigli’ di Monte San Savino, diretta da Massimo Guerri, e la locale Banda Poliziana diretta da Giacomo Valentini, per un festoso abbrivio musicale.

L’edizione numero 46 del Cantiere Internazionale d’Arte è firmata dal nuovo direttore artistico Mauro Montalbetti che, insieme al direttore musicale Antonio Greco, presenta un cartellone articolato tra musica, opera, teatro, danza, eventi site-specific con 39 appuntamenti diffusi sui Comuni di Montepulciano, Cetona, Chianciano Terme, San Casciano dei Bagni, Sarteano, Sinalunga, Torrita di Siena e Trequanda.

Con una particolare attenzione ai temi sociali del momento, dalle questioni di genere alla condizione della donna, il programma artistico annovera anche le doverose celebrazioni di Dante, Piazzolla e Stravinskij. Ma sono molteplici e autorevoli anche le collaborazioni, come nel caso di Figli di un dio ubriaco, nuovo progetto coprodotto da Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte che coniuga musica barocca, danza contemporanea e recitazione di Michela Lucenti e Balletto Civile, in scena venerdì 16 luglio in Piazza Grande e già in calendario su piazze rilevanti, dal Piccolo di Milano a Torino, dal Ponchielli di Cremona a Rovereto.

 Cantiere Internazionale d’Arte è sostenuto da MiC, Regione Toscana, Comune di Montepulciano e Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Città della Pieve. Festival del Teatro Artigianale.

(Comunicato stampa) La Compagnia di Teatro Instabile un Sacco Di Versi con il patrocinio del ...