Taglio del nastro per l’Isola di Einstein Chiave di lettura e simbolo per un nuovo sviluppo dell’Isola Polvese e di tutto il Lago Trasimeno”.

(Comunicato Stampa )Ha preso il via ufficialmente venerdì 30 agosto L’Isola di Einstein, con il primo giorno di appuntamenti all’Isola Polvese per un festival di spettacoli scientifici sempre più internazionale, con divulgatori e scienziati da sette paesi europei. Alle ore 15.30 si è tenuto il taglio del nastro ufficiale della manifestazione alla presenza dell’assessore regionale alla cultura Fernanda Cecchini, del vice presidente della Provincia di Perugia Sandro Pasquali, del sindaco di Castiglione del Lago Matteo Burico, del direttore regionale di Confcooperative Umbria Lorenzo Mariani, del vice presidente CdA GAL Trasimeno Orvietano Valter Sembolini e di Irene Biagini, presidente Psiquadro.

L’assessore Cecchini ha subito ringraziato gli organizzatori perché, ha detto, “è un vero piacere essere qui anche per la Regione e per chi come noi si è adoperato per riqualificare la Polvese, uno dei siti naturalistici più importanti d’Europa. Ma quello che fanno le istituzioni non basta – ha proseguito – se poi non ci sono privati, associazioni, persone che danno seguito a tutto questo, con eventi e iniziative appunto come l’Isola di Einstein. Il lago è al centro dei nostri obiettivi per vivere l’Umbria come territorio”.

Cecchini ha poi ricordato che il mondo della cooperazione “si è unito per riportare un evento come questo”. Anche Sembolini ha ribadito il concetto, sottolineando che “essere qui come Gal è importante perché per la prima volta si è unito un progetto di cooperazione tra tante forze del Trasimeno, per riportare una tre giorni che mancava da due anni alla Polvese in compagnia della scienza. Come Gal vogliamo continuare a contribuire allo sviluppo sostenibile in tutti gli ambiti”.

Per il vice presidente della Provincia Pasquali “dobbiamo sfruttare l’isola per sviluppare il Trasimeno e l’Isola di Einstein sia in questo una chiave di lettura per un nuovo intenso sviluppo del lago”.

“L’isola Polvese – ha detto Burico – è una scommessa per Castiglione e per tutto il territorio dei comuni del lago e ha bisogno di vivere. Noi abbiamo riconnesso quest’anno Castiglione e l’isola, grazie alla Provincia e a Busitalia con i traghetti di collegamento. Ai bambini di tutte le età garantisco che sarà un’esperienza bellissima”.

Anche Mariani ha poi invitato tutti “a vivere quest’esperienza con gioia, per ritrovarci qui anche il prossimo anno dopo che per due anni che si è lavorato per riportare queste giornate”.

L’ultima a parlare è stata Irene Biagini di Psiquadro: “Anche se facciamo tanti eventi di comunicazione scientifica, il nostro cuore è all’isola di Einstein, e quest’anno la lista di persone e realtà da ringraziare è lunghissima. Una caratteristica di Isola è la sua dimensione internazionale e quest’anno abbiamo anche la collaborazione dell’Ambasciata britannica in Italia”.

Riguardo a Gianni Fanfano

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

San Casciano dei Bagni. Aggiudicata la gara per la fornitura di Gpl.

(Comunicato stampa)  Il comune di San Casciano dei Bagni, uno dei comuni italiani non metanizzato, ...