Home Arte e Cultura Teatro Sarteano. Una residenza teatrale sotto rami di magnolia.

Sarteano. Una residenza teatrale sotto rami di magnolia.

Condividi

(Riceviamo e pubblichiamo)

Si concluderà con una tre giorni di spettacoli a Sarteano la residenza teatrale di Àngels Aymar, regista, drammaturga e attrice catalana, ormai al lavoro con gli Arrischianti da due mesi.

I rami di magnolia sono stati appesi, i tavolini del cafè sono apparecchiati, gli attori ripetono le loro battute: tutto è pronto per aprire le porte del Magnolia Cafè, titolo e luogo dello spettacolo che da venerdì 29 novembre sarà in cartellone a Sarteano.

La Aymar ha lavorato da ottobre con la compagine sarteanese (12 sono gli attori sulla scena) e ha anche diretto un laboratorio teatrale di una settimana: due mesi di intensi incontri, scambi e confronti che termineranno con la messa in scena di un testo mai rappresentato fino ad adesso, e tradotto in italiano per la prima volta.

“Ci tenevo a lavorare con tutti gli attori che ho incontrato in questi anni- dice la Aymar, a Sarteano per il 5 anno consecutivo- tanto da aggiungere un personaggio alla mia piéce: sono molto curiosa di vedere il risultato finale, perchè, sebbene il testo sia stato presentato come lettura scenica molte volte, non è mai stato allestito su palcoscenico”

Una bella sfida per gli Arrischianti, che non sono nuovi a simili imprese (tre anni fa la prima nazionale di “Dall’inferno alla luna”, alla presenza dell’autore Jean-Pierre Thiercelin), ma che alzano ogni volta l’asticella per mettersi alla prova e stupire il pubblico.

“Non è comune trovare compagnie teatrali che lavorino su un testo originale, ne curino la traduzione, e producano uno spettacolo invitando alla regia l’autore: in questa maniera si ha un disegno sartoriale dei personaggi, perfettamente ritagliati sugli attori- conclude Laura Fatini, che ha tradotto il testo e fortemente voluto che questo progetto si realizzasse, fin dal suo primo incontro con la Aymar, a dicembre 2014.

Non resta che assistere allo spettacolo, dunque: prenotare al Magnolia Cafè, sedersi, e ordinare un ottimo cremat!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here