Peltristo, Pinzo e Tei: “Situazione debitoria Società Valnestore ed elaborazione del regolamento per l’installazione di sistemi di videosorveglianza. “La Civica torna ad incalzare il Comune.

 

Una interpellanza sulla esposizione finanziaria pregressa della Società Valnestore ed una mozione per la richiesta di elaborazione del regolamento per l’installazione e l’utilizzo di impianti di videosorveglianza per la sicurezza cittadina, sono state presentate dalla Civica di Piegaro con il suo capogruppo, Augusto Peltristo ed i Consiglieri Roberto Pinzo e Gianmaria Tei all’Amministrazione.

“La Società Valnestore s.r.l. – esordisce Pinzo – partecipata del Comune di Piegaro, è nata con l’intento di realizzare interventi infrastrutturali ed insediativi nel territorio della Valnestore ma purtroppo tale progetto è fallito miseramente, come confermato dalla messa in liquidazione nel 2016 e dall’ingente indebitamento finanziario”.

“Nell’ultimi anni – prosegue il consigliere – la Società ha ridotto notevolmente il proprio indebitamento, migliorando il proprio risultato d’esercizio, ma non ci è stato detto quali risorse finanziarie sono state utilizzate per coprire gli ingenti debiti”.

“A tale riguardo – aggiunge Tei – abbiamo chiesto con quanti e quali creditori è stato possibile fare accordi a saldo e stralcio, le cifre utilizzate per tali operazioni, indicando il debito originario, quello realmente pagato e soprattutto la provenienza delle risorse che sono state impegnate per i suddetti interventi”.

Con la Mozione – prosegue Peltristo – abbiamo impegnato l’Amministrazione ad elaborare in tempi rapidi il regolamento per l’installazione e l’utilizzo di impianti di videosorveglianza per la sicurezza cittadina del Comune di Piegaro”. “E’ dalla passata legislatura – aggiunge il Capogruppo – che la nostra Lista con innumerevoli ed incessanti appelli ha sempre cercato di impegnare il Sindaco e l’Amministrazione sulla sicurezza ed il controllo del nostro territorio anche con l’installazione di un sistema di videosorveglianza, ma ad oggi nessuna decisione è stata presa in merito, né fino ad ora è stato analizzato né tantomeno approvato un regolamento per tale materia che risulta necessario ed obbligatorio.

La Sicurezza – conclude Peltristo – è un tema sentito da tutti e non si può più aspettare, la gente ha bisogno di essere garantita e tutelata non solo per le strade, per i negozi, nei parcheggi ma soprattutto nelle proprie abitazioni”.

Riguardo a antoniodellaversana

Controlla anche

Ferrovie. Investimenti per l’Umbria. Quattro miliardi, compresi collegamenti viari. Trasimeno e Pievese dove siete?

(aun) Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha presentato il Piano Industriale 2022-2031 che prevede ...