Home Rubriche Cose scritte tra noi “L’angolo dei lettori che scrivono”. Matteo Fantozzi

“L’angolo dei lettori che scrivono”. Matteo Fantozzi

Condividi

 

“Ex operaio, ex artigiano, ex commesso, ex casaro, ex studente universitario. Ho 23 anni, ma ho già cambiato molte pelli da quando ho terminato gli studi presso il Liceo scientifico. E’ rimasto costante solo il bisogno di scrivere, di comunicare, di empatizzare con chi mi circonda. Per realizzare un sogno bisogna avere il coraggio di viverlo ed io lo faccio scrivendo. Con le mie parole cerco di liberare le emozioni che provo così da far immedesimare le persone che le leggono nei miei versi. Provengo da una piccola frazione del comune di Città della Pieve nel quale sono nato il 13 Ottobre 1996.  Sono un ragazzo molto timido, almeno fino a quando non acquisisco confidenza. Adoro aiutare le persone che mi stanno a fianco e regalare sorrisi, forse questo è uno dei motivi principali per il quale scrivo. Mi piace moltissimo il posto nel quale vivo perché è un luogo incontaminato e in mezzo alla natura, che io amo da morire.”

Matteo Fantozzi

 

Sei bella

Perché sei libera.

 

Sei bella

Perché sai sbagliare.

 

Sei bella

Perché hai il cuore

Pieno di cerotti,

Ma sorridi

Come se non avessi mai

Conosciuto il dolore.”

 

__________________

 

“È che nella testa

Ho il caos

Di Picasso,

E gli acidi

Di Dalí;

 

Mentre tu hai

La perfezione

Di Caravaggio

E le linee

Di Canova.

 

Ci perdiamo insieme

In un paesaggio

Di Monet?

 

Tre droghe diverse,

Due birre e viaggiamo,

Van Gogh.”

 

____________________

 

“Che poi,

Se ci pensi bene,

L’equilibrio di una vita

Senza alti e bassi

Fa proprio schifo.

 

Tutto piatto,

Tutto uguale.

Sempre la solita storia,

La solita sveglia,

Le solite abitudini.

 

Quant’è bello invece

Vivere senza orari

Con più dubbi

Che certezze?

 

Vivi la tua vita

Come fosse un’altalena.

Un attimo su

E l’attimo dopo giù,

E poi di nuovo.

 

Per adagiarsi

C’è sempre tempo,

Tu pensa a vivere.”

 

__________________

 

“Non ci sono limiti

Per i tuoi occhi.

Sogna tutto ciò

Che ti rende felice.

 

Corri,

Ma goditi il viaggio

Mentre lotti

Per i tuoi desideri.

 

Fai tesoro

Di ogni parola,

Di ogni profumo,

Di ogni carezza.

 

Il cielo sarà

La cornice

Dei tuoi trionfi.

 

Il mare

La giusta melodia.

 

Il sole

La poesia

Tra le dita.

 

Non accontentarti più

Delle briciole

E della polvere.

 

Non chiedere,

Ma dona.

 

Non ci saranno limiti

Per i tuoi occhi.”

 

______________________

 

“In mezzo al mare

Non ci sono le cicale

A ricordarti quanto sia

Bella l’estate.

 

Ci sono attimi

Che sembrano per sempre

Da quanto atroci

Accompagnano

Le mani di chi,

Vittima dell’odio,

Si lascia abbracciare

Dalle onde

Tanto funeste

Da strappare la vita;

Tanto tenere

Da cullare un bambino

Che non ha colpe,

Che non conosce guerre,

Che non conosce colore.

 

In mezzo al mare

Non ci sono speranze,

Ma braccia intrecciate

Che da un incubo

Passano ad un altro.”

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here