Città della Pieve. Taglio del nastro per il “Mercatino del Perugino”.

(Comunicato stampa)

Inaugurato questa mattina nel chiosco della Rocca il Mercatino del Perugino, il primo mercato a kilometri zero di Città della Pieve.

“Malgrado tutte le difficoltà riscontrate in questo periodo di pandemia, questa nuova apertura rappresenta un’opportunità, che l’Amministrazione Comunale e le Aziende aderenti vogliono dare alla Città, per promuovere l’economia locale e contribuire al miglioramento della qualità della vita delle persone”, è quanto si legge in una nota del Comune.

Dunque un nuovo strumento per il territorio, non solo per i produttori, ma per tutta la comunità. “Un luogo – spiegano gli amministratori – dove poter conoscere i cibi che mettiamo in tavola e interagire con l’ambiente, gli animali, i terreni, i processi e le persone che stanno dietro alle produzioni fresche, sostenibili e di elevata qualità che possiamo acquistare”.

“Crediamo fortemente – hanno commentato il Sindaco Fausto Risini ed il Vicesindaco Lucia Fatichenti – che questa possa essere una prima e bellissima risposta ad un periodo buio, da cui tutti vogliamo uscire. L’obiettivo che l’Amministrazione si è posta rispetto a questo progetto non si esaurisce solamente nel promuovere la vendita dei prodotti enogastronomici a Km 0, bensì nel creare un luogo dove veicolare la cultura della sostenibilità alimentare, dell’economia circolare, del consumo critico e dell’importanza di un’alimentazione sana, equilibrata e genuina”.

Il Mercatino del Perugino, organizzato in totale sicurezza e nel rispetto dei protocolli anti-Covid, si terrà ogni sabato dalle ore 7.00 alle ore 13.00 all’interno della Rocca in Piazza Matteotti.

 

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Chiusi. Il PalaCoopersport a disposizione dell’Azienda Sanitaria Toscana Sud Est come Centro vaccinale. La Giunta approva la convenzione con l’Azienda Sanitaria Toscana Sud Est.

(Comunicato stampa) La giunta comunale di Chiusi, considerato lo stato di emergenza nazionale da Covid-19, ...