Home Rubriche Chiusi. Comune e Coopersport: la nuova gestione del Palasport

Chiusi. Comune e Coopersport: la nuova gestione del Palasport

Condividi

dalla newsletter del Comune di Chiusi

Per i prossimi 30 anni il Palasport di Chiusi sarà gestito dalla società Coopersport. È questo il cuore dell’accordo firmato in Comune, alla presenza del sindaco Juri Bettollini e dell’assessore al sistema Chiusipromozione Chiara Lanari (entrambi in rappresentanza della giunta), del presidente della Coopersport Vincenzo Albanese, del vicepresidente Angelo della Ciana, di Stefano Rocchini membro della Coopersport, del segretario comunale Emanuele Cosmi e del vicesegretario Leonardo Mazzini.

Secondo la convenzione stipulata la Coopersport sarà la società che si occuperà della gestione di tutte le attività interne al palazzetto e dei rapporti con le varie società sportive che utilizzano il palazzetto di Chiusi come “casa” per i propri campionati mentre il Comune offrirà un contributo pari a 60 mila euro all’anno per 30 anni ai quali si aggiunge il contributo una tantum per la copertura deilavori (già iniziati) per la realizzazione della nuova pavimentazione in parquet pensata appositamente per l’attività sportiva “Siamo soddisfatti – dichiara Juri Bettollini – perché grazie a questo accordo lo sport e con esso la qualità della vita dei nostri cittadini saranno garantiti nei prossimi decenni anche e soprattutto quando noi, che abbiamo firmato, saremo nonni. Un ringraziamento va all’amministrazione Bardini che avviò le procedure di gara nel 2010, a quella Scaramelli che ha continuato a seguirle con grande serietà e attenzione, ai dipendenti comunali ai quali è stata chiesta una decisa accelerata negli ultimi 15 giorni al fine di superare le difficoltà burocratiche e ovviamente alla Coopersport per aver svolto sempre un ottimo lavoro con grande passione e impegno. La firma che abbiamo fatto conferma la nostra volontà di guardare sempre al futuro cercando di fare il massimo per i nostri cittadini. I

l contributo del Comune permetterà di garantire tariffe sociali e una manutenzione attenta e puntuale della struttura. Il palazzetto è un punto di riferimento per centinaia di ragazzi ogni giorno e forse un solo impianto non basta più; per questo ci sono già delle idee e i prossimi mesi saranno importanti per definire progetti futuri. La firma di oggi è il passo di una città che guarda al domani con ottimismo, ambizione e voglia di crescere.” “Questo è un giorno importante per tutta la città – dichiara il presidente di Coopersport Vincenzo Albanese – perché siamo di fronte ad un punto di partenza dei prossimi 30 anni.

Quanto fatto fino ad oggi ci riempie di soddisfazione perché il nostro è un centro sportivo di grande eccellenza e soprattutto perché ci offre delle basi solide per continuare il cammino nel futuro. Un futuro che sicuramente sarà condiviso con l’amministrazione comunale che proprio in questi giorni ha permesso l’avvio dei lavori del nuovo parquet che offrirà a tutti i nostri atleti una superficie più adatta all’attività sportiva. Siamo certi che il nostro palazzetto, al via delle nuove stagioni agonistiche, sarà più bello e funzionale che mai.” Stabilità e certezza del rapporto tra Comune e Coopersport è anche questo uno degli aspetti raggiunti con la firma del nuovo accordo trentennale.

La Coopersport dopo trenta anni di attività, la società nacque, infatti, nel 1981 proprio in occasione della costruzione del palazzetto finanziato dalla oggi Banca Valdichiana, ha sempre svolto un ruolo determinante per la crescita sportiva della città di Chiusi. Proprio come allora anche adesso la Coopersport e il Comune sono pronti ad affrontare una nuova sfida lunga altri trenta anni nei quali Chiusi sarà chiamata a crescere anche e soprattutto come Città dello sport”

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here