Home Argomenti Economia Assemblea Banca Valdichiana per fusione con la BCC di Montepulciano

Assemblea Banca Valdichiana per fusione con la BCC di Montepulciano

Condividi

L’Assemblea si svolgerà domenica 8 maggio alle 9.30 presso il Palazzetto dello sport di Chiusi Scalo (Siena)e tutti i quasi 4500 Soci sono chiamati a partecipare

Chiusi.  – Il Consiglio di Amministrazione e la Direzione di Banca Valdichiana Credito Cooperativo Tosco Umbro invitano tutti i propri Soci a partecipare all’Assemblea straordinaria per l’approvazione del progetto di fusione con la BCC di Montepulciano che si svolgerà domenica 8 maggio alle ore 9.30 presso il Palazzetto dello Sport di Chiusi Scalo.

Approvato dalla Banca d’Italia in data 29 marzo e presentato ai Soci nei mesi scorsi attraverso una serie di incontri nel territorio, il progetto di fusione, se approvato, comporterà la nascita della nuova Banca Valdichiana Credito Cooperativo di Chiusi e Montepulciano, che avrà 28 filiali in un territorio di competenza di 17 comuni che di fatto unificherà la Valdichiana, ovvero un’area che partendo dal Trasimeno in Umbria si estende nelle province di Siena e Arezzo fino alla città di Arezzo stessa. Se il progetto di fusione verrà approvato, il  nuovo Consiglio di Amministrazione, che avrà sede a Chiusi come la presidenza, sarà composto da 12 membri di cui 7 espressione della Banca Valdichiana – tra i quali il Presidente e un Vice Presidente –  5 della BCC di Montepulciano, – tra i quali il Vice Presidente V.

“La scelta della fusione non è dovuta – spiegano la Presidente Mara Moretti e il Direttore Fulvio Benicchi –  a problemi di  bilancio né da parte della BCC con sede a Chiusi né di quella di Montepulciano, due istituti sani e solidi, ma dalla volontà di entrambe le banche di adeguarsi ai tempi e anzi di anticiparli in uno scenario che (vista la riforma del Credito cooperativo in atto, le novità normative e la situazione del mercato) richiede di fare massa critica e di muoversi per essere competitivi e ottenere risultati di utile che poi permetteranno autonomia e ritorni al territorio.”

“Invitiamo tutti i nostri Soci a partecipare all’Assemblea straordinaria dell’ 8 maggio – aggiunge la Presidente – perché solo i soci, che sono gli unici proprietari della Banca, potranno decidere del futuro della loro bcc. “

“Per Banca Valdichiana – conclude il Direttore – si tratta di un consolidamento. Non ci saranno tagli né ridimensionamenti occupazionali. La Banca manterrà il proprio radicamento territoriale in tutte le aree storiche e in particolare manterrà il ruolo della sede di Chiusi che anzi si amplierà grazie alla riorganizzazione per cinque aree di cui 4 con sede nella cittadina etrusca”.

I Soci chiamati a votare nel corso dell’Assemblea straordinaria di Chiusi sono quasi 4500 provenienti dalle province di Siena Arezzo e Perugia. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here