Vittorio Boldrini eletto coordinatore del Comitato Civico di Panicale Assemblea pubblica il 6 novembre

(Comunicato stampa).Il Comitato civico è nato nella primavera scorsa a seguito della preoccupazione degli abitanti di Panicale relativa alle scelte dell’Amministrazione Comunale che tenderebbero a svuotare questo Borgo storico, annoverato tra i più belli d’Italia, dai suoi servizi essenziali quali la scuola, i servizi socio sanitari e con il decentramento degli uffici comunali dal Capoluogo alla frazione di Tavernelle.

Una rappresentanza ristretta del Comitato, composta da cinque firmatari, in questi primi sei mesi di attività ha lavorato per capire e approfondire le motivazioni strategiche di tali scelte, cercando di dialogare con i Rappresentanti Istituzionali e con i Dirigenti del locale distretto socio-sanitario.

Si è più volte richiesto un confronto con gli Amministratori eletti nel Capoluogo, sia di maggioranza sia di opposizione, ma con rammarico e sorpresa i Consiglieri di maggioranza hanno puntualmente disatteso tutte le richieste di incontro.

Il preoccupante malcontento ed il disagio percepito da gran parte della popolazione si riscontrano anche nella forte volontà di adesione al Comitato civico: più di 500 firmatari.

Nella riunione di Lunedì 16 Ottobre u.s. i Fondatori del Comitato civico hanno nominato a coordinatore Vittorio Boldrini e, vista la straordinaria ed inaspettata adesione, hanno ritenuto opportuno estendere a tutti e 25 i Fondatori la rappresentatività del Comitato stesso per il proseguimento delle attività.

Il prossimo appuntamento sarà una Assemblea pubblica, prevista per il giorno lunedì 6 novembre p.v. alle ore 21 presso la Taverna circolo Arci Pilo di Panicale, dove, oltre al resoconto dell’attività svolta in questo primo periodo, si discuterà in merito agli obiettivi da portare avanti nell’immediato futuro con spirito sempre costruttivo, propositivo e apolitico. Si valuterà l’opportunità di allargare la discussione anche ad altri argomenti che possano interessare ed aiutare la sopravvivenza e la vivibilità di Panicale nonchè il rilancio del territorio valorizzando tutte le sue potenzialità, turistiche, storiche, culturali, ambientali ecc. attraverso adeguate politiche di promozione.

A tale scopo all’assemblea pubblica sarà anche invitato un rappresentante per ognuno degli altri 3Comitati nati nel Comune di Panicale, quello per la Cava di Cerreto, il Comitato Soltanto la Salute e quello dei malati a tutela dell’inquinamento ambientale in Valnestore.

Il Comitato Civico

Riguardo a redazione

Un commento

  1. Fausto

    Speriamo che se ci sono state colpe o omissioni vengano accertate, e che eventuali sbagli non ricadano sulle spalle di tutti.
    Se c’è inquinamento il sistema deve essere bonificato, ma speriamo che non si adoperino soldi pubblici per risanare situazioni create da privati-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Anpi Chiusi “Solidarietà all’assessore Sara Marchini” Comunicato dell'Anpi di Chiusi

“La sezione ANPI “Natale Tiradritti” di Chiusi esprime piena solidarietà all’assessore Sara Marchini, oggetto di ...