Terranova e Tamburini sbriciolano i record del Giro del Lago di Chiusi. Grande organizzazione per le norme anti Covid.

(Comunicato stampa)

Il freddo e la pioggia non hanno fermato i 400 atleti che, provenienti da 12 regioni italiane, hanno partecipato ai 18 km della 11esima edizione del Giro del lago di Chiusi organizzata dal Gruppo Sportivo Filippide in collaborazione con le associazioni di volontariato di Chiusi e con il patrocinio del Comune. Dal punto di vista sportivo la competizione ha regalato tante emozioni, ma la prima vittoria è stata quella dell’organizzazione che, nonostante le difficoltà legate al periodo, è riuscita a garantire la sicurezza ad atleti e accompagnatori. Ad ogni persona è stata, infatti, controllata la temperatura, igienizzato le mani e, nel caso di mancato possesso, anche consegnata una mascherina chirurgica. Gli atleti sono partiti in due batterie distinte e per i primi 500 metri hanno indossato la mascherina per poi toglierla nel corso della gara e rimetterla subito dopo la finish line. Tutto si è, quindi, svolto con scrupolosità e attenzione e questo ha permesso anche prestazioni strepitose da parte degli atleti che hanno potuto pensare con serenità alla competizione. I record sono stati, infatti, sbriciolati sia in campo maschile sia in campo femminile con prestazioni assolute di altissimo livello. Tra gli uomini il più veloce è stato Alessandro Terranova che ha chiuso in 01:02:14 seguito da Massimo Fei (01:02:30) e Ismail El Haissoufi (01:03:54). Tra le donne invece ha trionfato una straordinaria Silvia Tamburini in 01:11:45 seguita da Ambra Pucci (01:14:26) e Chiara Giachi (01:14:52)
“Complimenti al Gruppo Sportivo Filippide e a tutti gli atleti che hanno partecipato – sottolinea l’assessore allo Sport Sara Marchini – il Giro del Lago di Chiusi continua ad essere un evento molto importante per il nostro territorio e sono certa che, dopo le difficoltà affrontate quest’anno, lo sarà sempre di più in futuro. Oltretutto il livello continua ad alzarsi anno dopo anno a conferma che anche nel circuito del running il Giro del Lago sta diventando una gara ambita. Un particolare ringraziamento anche alle nostre associazioni di volontariato che come sempre si sono dimostrate disponibili.”
“Ci abbiamo sperato, creduto ,provato e alla fine grazie a quasi 400 runners provenienti da tutta Italia, al Comune di Chiusi, agli sponsor e alle associazioni cittadine che ci hanno supportato ci siamo riusciti – dichiara il vicepresidente del Gruppo Sportivo Filippide Mirco Solfanelli – L’11 edizione del GIRO DEL LAGO DI CHIUSI va in archivio con un successo numerico e tecnico non immaginabile e anche con la promessa di fare ancora meglio in vista del prossimo anno e di #chiusicittàeuropeadellosport2020.”
I 18 km del percorso si sono come sempre snodati lungo la campagna toscana e umbra tra strade sterrate e asfaltate e affrontando anche tratti di particolare difficoltà e pendenza. Gli atleti arrivati a Chiusi il giorno prima della gara hanno potuto approfittare di un tour convenzionato alla scoperta dei Musei e in generale delle bellezze archeologiche della Città di Chiusi

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

La Canottieri D’aloja Chiusi al Campionato Italiano Canottaggio. Sabato e Domenica finali in diretta su Rai Sport.

(Comunicato stampa) Il canottaggio italiano torna a gareggiare dopo il lungo stop imposto dalla pandemia ...