Tempo variabile e instabile, meglio a Pasquetta. Poi arriva il colpo di coda invernale! Il Meteo del Corriere Pievese di Giame Marchesini

Per problemi tecnici pubblichiamo con  ritardo l’articolo di Giaime Marchesini, che  resta in buona parte valido per i prossimi giorni. (N.d.R)

Città della Pieve. La giornata di Pasqua dovrebbe passare su di noi una linea d’instabilità, non un vero e proprio fronte perturbato quindi ma pur sempre una situazione apportatrice di tempo non stabile. In particolare sabato il tempo peggiorerà nel pomeriggio con una fioritura di nubi temporalesche che potrebbero dare i loro “frutti” in termine di pioggia tra la sera e la mattina di domenica, in un contesto di variabilità perturbata. Nel corso della mattina del giorno di Pasqua ci dovrebbe essere un miglioramento del tempo, seguito da qualche annuvolamento anche nel pomeriggio di domenica anche se con scarse probabilità di precipitazioni.

Buone notizie invece per Pasquetta, quando (stranamente) ci dovrebbe essere una lunga pausa di tempo buono o discreto per l’intera durata della giornata, accompagnata da temperature più basse di quelle di questi giorni a causa di una leggera tramontana fresca che spirerà a tratti, ma comunque godibili.

La pausa di Pasquetta sarà provvidenziale, poichè nei giorni successivi una potente irruzione artica, come non si vedeva da mesi, visto l’inverno inesistente da febbraio in poi, porterà a una nuova instabilizzazione del tempo e a una drastica diminuzione delle temperature che porterà la neve di nuovo ad imbiancare l’Appennino fino a quote nemmeno tanto alte!

Ma ci torneremo sopra, per adesso godiamoci una Pasqua non proprio bella ma migliore di molte altre del passato e una pasquetta che si annuncia davvero buona!

 Giaime Marchesini

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

La grande neve del 2012 5 anni fa il mitico "febbraio 2012".

ARCHIVIO DEL CORRIERE PIEVESE 4 FEBBRAIO 2017