Tavernelle. Trafomec. Offerta della Vetreria per il capannone esterno

Ha destato sorpresa ed interesse, la notizia, pubblicata ieri dal Corriere dell’Umbria con la firma di Alessandro Antonini, che la Vetreria di Piegaro ha partecipato all’asta giudiziaria per l’acquisto del capannone esterno della Trafomec., notizia che stando a quanto pubblicato ha avuto la conferma da parte del presidente della coop piegarese Gallo. “Abbiamo presentato un’offerta che supera il milione e mezzo di euro”, rivela Gallo al Corriere dell’Umbria. “La procedura”, continua il presidente, “dovrà essere ratificata dal cda”.

“La base d’asta, continua l’articolo, era di 700 mila euro. Il capannone esterno dell’azienda di scambiatori era finito all’asta dopo l’ultimo fallimento della precedente proprietà e prima dell’ultima acquisizione, nel 2016, da parte della Trafomec Europe di Xiang Xiong Cao, della Shangai Indutek.

Oggi alla Trafomec lavorano circa 100 operai e tecnici specializzati ed è di qualche giorno fa uno sciopero per un mancato confronto sindacale con i rappresentanti dell’azienda.

Sempre nell’articolo si da notizia che “la Rsu interna chiederà un incontro con i vertici della Vetreria per capire qual è la loro strategia aziendale. L’obiettivo è capire cosa faranno del “nudo capannone” una volta acquistato.”

Viene riportata anche la posizione del Comune di Panicale “Da parte dell’amministrazione”, spiega il sindaco Giulio Cherubini, “l’attenzione è massima. Ognuno con il suo ruolo, si lavora per la salvaguardia dell’attività produttiva e dei cento posti di lavoro. Ci sono delle possibilità in termini di sviluppo che in questo territorio mancavano da tempo: dobbiamo farle diventare processi positivi, produttivi, altrimenti si rischia un danno per tutta la comunità”.

Se si pensa al peso ed al ruolo storico della Vetreria Piegarese per la Valle del Nestore e non solo. Ai progetti di sviluppo che sono stati realizzati ed a quelli che sono all’attenzione degli Enti regionali e locali, questa novità crea indubbiamente interesse. Ci si augura con sviluppi positivi.

Riguardo a Gianni Fanfano

Un commento

  1. Fausto

    Speriamo che se ci sono state colpe o omissioni vengano accertate, e che eventuali sbagli non ricadano sulle spalle di tutti.
    Se c’è inquinamento il sistema deve essere bonificato, ma speriamo che non si adoperino soldi pubblici per risanare situazioni create da privati-

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

La Pro Loco pievese a sostegno della lotta al Coronavirus

La Pro Loco pievese coordinata dalla Unione Nazionale Pro Loco d’Italia Umbria (UNPLI UMBRIA),