San Casciano dei Bagni. Aggiudicata la gara per la fornitura di Gpl.

(Comunicato stampa)

 Il comune di San Casciano dei Bagni, uno dei comuni italiani non metanizzato, a seguito delle conclusioni della procedura di gara, con l’aggiudicazione della stessa, ha un nuovo gestore del servizio di distribuzione di Gpl nelle frazioni di Celle sul Rigo e PalazzoneLa fornitura di Gpl passerà, dal vecchio gestore (Olivi S.p.a.), alla società “Centria Reti Gas” che si è aggiudicata la gara. A seguito della scadenza della precedente concessione, con il nuovo bando di gara, curato dal Comune di San Casciano dei Bagni con il supporto dell’Unione dei Comuni della Valdichiana Senese, è stato raggiunto anche l’importante obiettivo di generare sulle bollette dei cittadini interessati un ribasso del 40% sul costo della materia prima.

Il passaggio al nuovo gestore. I cittadini delle frazioni di Celle sul Rigo e di Palazzone che hanno in essere un contratto con Olivi S.p.a. dovranno predisporre nuovi contratti e, per facilitare le operazioni, l’Amministrazione Comunale, in accordo con Centria, ha in programma due incontri con la popolazione e il nuovo gestore: il 13 settembre alle ore 17.30 a Celle sul Rigo (sede ex scuole) e il 15 settembre alle ore 17.30 a Palazzone (sede ex scuole). I cittadini avranno in ogni caso a disposizione i seguenti numeri telefonici gratuiti di Centria Divisione GPL: servizio utenti: da fisso il numero verde 800128128 (poi tasto 5) e da mobile il numero 028270 (poi tasto 5); per le emergenze il numero verde 800978978.

Il contesto. Il comune di San Casciano dei Bagni è uno dei comuni italiani non metanizzati e con tre concessioni storiche per la distribuzione del Gpl: nelle frazioni di Celle sul Rigo e Palazzone con la ditta Olivi Spa, recentemente scadute, e nel capoluogo, San Casciano dei Bagni, e nella frazione di Ponte a Rigo con la società ENI, in scadenza nel 2024. L’obiettivo delle Amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni a San Casciano dei Bagni è sempre stato quello di metanizzare il territorio lavorando su due fronti: da un lato, cercare di chiudere i contratti in essere per la distribuzione del Gpl; dall’altro, cercare ditte disponibili a distribuire il gas metano, impresa questa risultata sempre impossibile. Infatti, la normativa attualmente in vigore prevede che i Comuni non possano affidare direttamente il servizio di distribuzione del gas metano, cosa che invece, per la Provincia di Siena, spetta al Comune capoluogo quale capofila di tutti i Comuni della Provincia, il quale dovrà espletare una “Gara d’Ambito” le cui procedure sono in corso ormai da anni. In virtù di ciò il Comune di San Casciano dei Bagni, avendo due concessioni scadute, ha predisposto una gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del Gpl per le frazioni di Celle sul Rigo e Palazzone.

La gara. La gara è stata impostata con l’obiettivo di ottenere il maggiore ribasso sul prezzo del Gpl, in modo da abbattere i costi nelle bollette degli utenti e, a parità di consumi, i costi siano quelli del costo del metano. Così è stato. La ditta Centria Reti Gas si è aggiudicata il servizio effettuando un ribasso del 40% sul prezzo della materia (al netto dell’accisa), cosa che permetterà ai cittadini di ricevere una bolletta molto più bassa delle precedenti.

Tuttavia, nonostante l’ottimo esito della gara, l’obiettivo primario del Comune di San Casciano dei Bagni rimane la metanizzazione e, in funzione di questo, nell’ultimo bando di gara la durata della concessione è stata stabilita in solo quattro anni (prorogabili eventualmente per altri quattro), oltre ed essere stata inserita una speciale clausola che prevede la possibilità di cessazione del contratto, nel caso venga conclusa una “Gara d’Ambito” che individui un gestore di fornitura di gas metano.

La situazione del Capoluogo e di Ponte a Rigo. Se la situazione per Celle e Palazzone ha permesso all’Amministrazione comunale di andare incontro alle esigenze dei cittadini, e quindi di permettere una riduzione dei costi, la situazione di San Casciano dei Bagni è più complessa. La concessione in essere con ENI scade infatti nel 2024 e ogni ipotesi di riscatto anticipato valutato in passato è risultato essere molto complesso normativamente oltreché oneroso. L’impegno dell’Amministrazione comunale è quella di tornare a trattare da subito con ENI, per pianificare i futuri scenari e, possibilmente, ottenere vantaggi per i cittadini in questi ultimi tre anni di concessione, anche in virtù delle condizioni ottenute con il bando di gara appena concluso.

La metanizzazione. Come detto sopra, la normativa in vigore oggi prevede che la gara per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas metano venga svolta come “Gara d’Ambito” e pertanto saranno le procedure messe in atto dal Comune di Siena – che ad onor del vero dovevano già essersi chiuse da tempo – a determinare le tempistiche. Detto questo, è anche vero che le “Gare d’Ambito” hanno mostrato negli anni le difficoltà di questa procedura e pertanto è opportuno per il Comune di San Casciano dei Bagni tenersi aperte anche altre strade: l’aggiudicazione della gara per la distribuzione del Gpl alla società Centria (distributore oltre che di Gpl anche di gas metano), apre infatti a nuove possibilità che saranno vagliate attentamente.

L’esito di questa gara dà una risposta immediata alle frazioni di Celle e Palazzone ma apre nuove opportunità anche per il resto del territorio comunale – afferma Agnese Carletti, Sindaca di San Casciano dei Bagni -.  L’obiettivo irrinunciabile dell’arrivo del metano su tutto il territorio comunale non è stato ancora raggiunto ma, con questa prima operazione, siamo intanto riusciti a portare le bollette del Gpl quasi agli stessi livelli di quelle del gas metano cosa che, ovviamente, è di fondamentale importanza per i cittadini. Relativamente alla situazione più complicata di San Casciano dei Bagni e Ponte a Rigo vogliamo aprire un nuovo confronto con Eni che vedrà il Comune mettersi al tavolo con la determinate novità di avere un nuovo prezzo sulla materia prima determinato dal un bado di gara. In questo contesto rimane prioritario l’obiettivo della metanizzazione e, in questo senso, continueremo a lavorare sia sul fronte gestito dal Comune di Siena che su altre strade che con il nuovo gestore di Gpl, distributore anche di gas metano, potrebbero aprirsi”.

Riguardo a antoniodellaversana

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Gruppo Ecologista “Il Riccio”: Escursione al Bosco di Piegaro.

(Comunicato stampa) Il Gruppo Ecologista “Il Riccio” di Città della Pieve organizza per sabato 28 ...