Play-off alla Pievese…! Fabrizi: “ce l’abbiamo fatta..!”

Domenica, al Comunale di Pietrafitta, è stata disputata la finale dei play-off di Seconda Categoria tra Pievese e Sant’Arcangelo, valida per continuare a sperare nella promozione diretta in Prima Categoria.
Le due squadre si sono affrontate a viso aperto, dando vita ad una partita appassionante, imprevedibile e sicuramente piacevole per gli oltre 400 spettatori.
Dopo una breve fase di studio il match è entrato nel vivo, grazie alle giocate degli uomini più rappresentativi di entrambe le squadre: prima è il palo che nega a Lisa la gioia del goal, poi ci pensa Scarpelli a salvare il risultato, compiendo un miracolo su un colpo di testa di Natili.
Al 40′ la Pievese passa: l’occhio vispo di Ercoli vede il portiere avversario qualche metro fuori dai pali ed il suo sinistro, dai 30 metri, non perdona.
La ripresa, tuttavia, comincia nel peggiore dei modi per gli undici bianco-celesti. Infatti in due minuti il Sant’Arcangelo riesce a ribaltare il risultato sfruttando qualche indecisione di troppo della retroguardia pievese. Al 5′ Cipriani su punizione beffa uno Scarpelli non esente da colpe, al 7′ è Nocco che colpisce a rete sfruttando un cross preciso di Natili: per i tifosi rosa-nero sugli spalti è festa grande.
La Pievese si impaurisce e non riesce a reagire, i ragazzi di mister Fabrizi sembrano aver accusato il colpo. Serve una giocata, una magia… allora ci pensa Cacciamano, l’uomo più rappresentativo della squadra (28 goal in stagione). Il numero 10 raccoglie di petto e compie una pregevole acrobazia, infilando la palla sull’angolino lontano.
Il pareggio basterebbe ai ragazzi cari alla Presidentessa Serenella Baglioni, ma Canuti (migliore in campo) non si accontenta e decide di metterci lo zampino, trasformando una punizione dal limite in un vero e proprio missile terra-aria, imparabile per Rossetti.

Entrambe le squadre hanno dimostrato di poter vincere la partita, a fare la differenza sono state le giocate dei gli uomini più importanti. Al di là  della partita di domenica, la Pievese ha lottato tutto l’anno per vincere il campionato e l’obiettivo raggiunto è senza dubbio meritato per le qualità  mostrate in ogni partita.
Martedì, alle ore 18:00 si terrà  il sorteggio per conoscere i prossimi avversari per la Pievese che dovrà  giocare ancora due gare per avere la certezza matematica di disputare l’anno prossimo la Prima Categoria.

Riguardo a Mattia Scricciolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Nel 2006. Lello Rossi “Umbria plurale nell’Italia Mediana”

“Umbria Contemporanea”, rivista di studi storici regionali, dedicò nel 2010, a Raffaele Rossi, un numero ...