Piegaro. Peltristo chiede chiarimenti sul project degli impianti di illuminazione Interrogazione del capogruppo di CivicamenteAdessoPiegaro

(Riceviamo e pubblichiamo)                                                            

 

Oggetto: INTERROGAZIONE. Proposta di finanza di progetto ai sensi dell’art. 183 del D.Lgs 50/2016 relativa all’affidamento in concessione del servizio di gestione degli impianti di illuminazione pubblica situati nel territorio comunale per anni 18 approvata con D.G.C. n.46 del 27/03/2018.

Premesso che la nostra lista è consapevole della vetustà sia normativa che energetica della maggior parte degli impianti di pubblica illuminazione del territorio comunale e che è perfettamente d’accordo nel dover ammodernare sia energeticamente, che porterebbe un considerevole risparmio economico per l’amministrazione, sia adeguare normativamente, per una maggior sicurezza elettrica di tutti i cittadini, gli impianti di pubblica illuminazione, in riferimento alla volontà della Giunta Comunale di affidare in concessione il servizio di gestione di tali impianti

CHIEDE

  • Quali valutazioni, sia economiche che tecniche, siano state fatte da parte della Giunta per arrivare alla conclusione che affidare la concessione del servizio di gestione degli impianti di pubblica illuminazione sia la soluzione economicamente più vantaggiosa per i cittadini;
  • Di poter essere portata a conoscenza del progetto di fattibilità;
  • Di poter essere portata a conoscenza del piano economico e finanziario dell’operazione;
  • Di poter essere portata a conoscenza della bozza di contratto;
  • Di sapere quali sono i benefici di tale operazione per i cittadini;
  • A chi verrà affidata la manutenzione straordinaria degli impianti ed a quali condizioni economiche e tecniche;
  • Quante ore annualmente ad oggi il tecnico comunale elettricista impegna nella manutenzione degli impianti;
  • L’età dei vari punti luce e le tipologie di lampade attualmente esistenti (quanti meno di 10 anni quanti tra 10 e 20 quanti tra 20 e 30 e quanti più di 30 anni);
  • A quanto ammonta attualmente l’importo annuale complessivo per l’acquisto di materiale per la manutenzione ordinaria (si intende apparecchi illuminanti e/o lampadine);
  • Quanti impianti e complessivamente quanti punti luce sono stati oggetto di adeguamento energetico negli anni precedenti e a quanto ammonta il risparmio in termini di energia consumata rispetto a prima degli interventi;
  • Come si intende impiegare il tecnico elettricista dipendente comunale (compensato economicamente per tale mansione) nel caso in cui il servizio di manutenzione che prima era in capo ad esso e poi sarà in capo al concessionario.

 

                           

                                                                 Il Capogruppo

                                                     (F.to) Augusto Peltristo

 

Riguardo a redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Città della Pieve. Il Centenario dell’Armistizio celebrato a Saint Cyr sur Mer Con la partecipazione dei tre sindaci delle città gemellate.

(dal giornale on line del Comune ) Sentita commemorazione  a Saint Cyr sur Mer per il ...