Per il “Pan Opera Festival” in scena ‘Rossini Grand Gourmet’ Al teatro Caporali di Panicale domenica 23 settembre alle 17.30

 (AVInews)“Rossini Grand Gourmet” è il secondo appuntamento in teatro per il Pan Opera festival, in programma domenica 23 settembre alle 17.30 (e non alle 21.30 come erroneamente indicato sul alcune comunicazioni stradali). Il festival dell’associazione TéathronMusikè propone una pieÌce lirico-teatrale ispirata alla grande passione per la cucina del maestro pesarese, scritta da Emiliano De Lello che sarà anche in scena con il soprano Annalisa Massarotto, il mezzosoprano Rachele Raggiotti, i baritoni Cuneyt Unsal e Nico Mamone e l’attore Marlon Zighi Orbi. “Esistono molti documenti storici, lettere, cronache, memorie a testimoniare questo piacere irrinunciabile del compositore – ha spiegato Virgilio Bianconi, direttore artistico del Pan Opera festival – e ancora oggi le più famose ricette del maestro sopravvivono e portano il suo nome, ad esempio il ‘filetto alla Rossini’, o i ‘maccheroni alla Rossini’.

Altre preparazioni si ispirano al compositore, come “l’aperitivo Rossini”, a base di prosecco e pesca. Per raccontare questo tema abbiamo immaginato un incontro fra due gentiluomini nella Parigi della seconda metaÌ dell’Ottocento, Monsieur Bonnet e Monsieur Mercieìr”. Nello spettacolo, quest’ultimo durante la buffa conversazione racconta di essere diventato amico di Rossini, di essersi guadagnato un invito a cena e descrive una serata a casa del maestro a base di ricche portate e brani rossiniani, fra arie e duetti, dove le ricette sono tutte opere documentate del maestro. “Se le ricette, l’epoca, molti dei nomi, il luogo hanno un’effettiva corrispondenza storica – ha proseguito Bianconi – l’incontro fra i due bizzarri signori e la cena sono un’invenzione di Emiliano De Lello che ci regala uno spettacolo dalla trama romanzata e improntata saldamente a uno spirito giocosamente rossiniano”.

 

Carla Adamo

Riguardo a redazione

Un commento

  1. Fausto

    Speriamo che se ci sono state colpe o omissioni vengano accertate, e che eventuali sbagli non ricadano sulle spalle di tutti.
    Se c’è inquinamento il sistema deve essere bonificato, ma speriamo che non si adoperino soldi pubblici per risanare situazioni create da privati-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Dori Ghezzi a Piegaro presenta ”Lui, io, noi” Al Museo del vetro l’artista ricorda la vita al fianco di De Andrè. Con lei gli autori Meacci e Serafini

(Cittadino e Provincia). Dallo sguardo che si sono scambiati la prima volta, già carico di ...