Per i vicoli e nel lungolago di Castiglione torna la terribile “Corsa Cobram”  Arriva alla quarta edizione: domenica mattina tutti in sella

(AKR)  “Domenica scatta la corsa più pazza, inutile e sconclusionata dell’Italia Centrale. «Sono ore di ansia a Castiglione per l’inesorabile avvicinarsi della Corsa Cobram, arrivata alla sua quarta tragica edizione. C’è un misto di attesa e timore nel centro lacustre per la gara che si dipanerà sul famigerato “circuito della collina”: una prova che viene vissuta con paura dai suoi malcapitati iscritti, tutti obbligati e nessun volontario, dal terribile Dottor Ing. Gran Mascalzon di Gran Croc. Visconte Cobram a partecipare e immolarsi in questa pericolosa e inutile corsa ciclistica».

Questa è la singolare presentazione della quarta edizione della Corsa Cobram del Trasimeno, un evento goliardico e a carattere benefico organizzato dall’associazione “Quelli del 65”, che si svolgerà domenica 16 giugno dalle 9:30: il luogo ideale per i nostalgici delle imprese fantozziane e in generale per gli amanti del ciclismo d’altri tempi.

«Il ciclismo è uno sport sano e alla portata di tutti – spiega il terribile visconte Cobram -, contro la vecchiaia e le malattie, ma soprattutto conferisce grande lucidità ed efficienza sul lavoro». Si parte dalla piazza davanti alle ex Scuole Elementari di Via del Forte con i migliori velocipedi, seguiti e preceduti da motocicli e veicoli d’epoca, con uno strampalato corredo di abbigliamenti “vintage” o di ispirazione fantozziana, che si daranno battaglia sulle strade castiglionesi, fra una salita in sella “alla bersagliera” e la somministrazione della “bomba” energizzante e allucinogena, il varo della nave a cura della Contessa Serbelloni Mazzanti “Viendallago”, l’esilarante tentativo di piantare una tenda al Campeggio Listro, un pranzo di nozze devastato dai ciclisti alla famosa “Trattoria al Curvone” e alla presenza delle massime autorità civili e religiose.

Organizzatori della kermesse sono “Quelli del ’65”, un gruppo di amici nato per festeggiare i 50 anni e diventati un’associazione di volontariato, con la missione di aiutare e sostenere progetti nel sociale e per la cultura del territorio. Quest’anno il ricavato della Cobram, detratte le spese organizzative, verrà devoluto per il recupero del patrimonio artistico e storico locale. I partecipanti sono invitati ad indossare abbigliamento d’epoca o d’ispirazione fantozziana, con particolare riferimento all’episodio della Coppa Cobram, presente nel film “Fantozzi contro tutti” del 1980. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Castiglione del Lago e dall’associazione “Borghi più Belli d’Italia”.

 

 

Riguardo a Gianni Fanfano

5 commenti

  1. Sono molto contenta se si riuscisse a far passare due treni al giorno per la stazione di Chiusi ,io e so che sarebbe una ventata di opportunità anche per chi viaggia poco e una boccata d’ossigeno per l’economia per tutto il territorio ringrazio le persone che si stanno interessando per il problema ,invito Sidaci e. Chi. Ha. delle responsabilità di essere presenti e partecipare alla riuscita Anna Stefani

  2. luciano fiorani

    Assolutamente condivisibile quello che afferma il signor Orefice (che non conosco). “Di qua e di la dal fosso”, ovviamente, la situazione è identica.
    Quanto ai due treni alta velocità visti semplicisticamente come il toccasana della nostra emarginazione nei collegamenti ferroviari, fa un po’ ridere.
    Due treni veloci contro l’isolamento? E quali sarebbero le mete raggiungibili e in che orario?
    Insomma siamo, come al solito, alle suggestioni. I problemi accumulati sono ormai di tale portata che siamo ridotti ad affidarci ai detti della saggezza popolare, secondo cui, ogni meglio è meglio.
    Ma più in la non si va.

  3. Rodrigo

    La risalita del poggio fa ridere tutti ad esclusione dell’amministrazione stessa, un pulman elettrico sarebbe buona cosa, ma non soltanto per portare gente dal basso al centro, Batino dovrebbe fare uno studio anche delle frazioni e fare un pulmino che passi per esse in virtù alle esigenze, conosco persone che pagano 30 o 40 euro a colpo da Porto a Castiglione del lago perché devono fare una visita.

  4. Paolo Scattoni

    È una situazione del tutto paradossale. Invece di pensare un collegamento veloce da Perugia ad Arezzo e da Perugia a Chiusi nell’arco della giornata si spende una cifra incredibile. Parlo di collegamenti Perugia-Arezzo e Perugia-Chiusi perché da Arezzo e da Chiusi si potrebbero “agganciare” l’alta velocità. Un tempo si parlava di un collegamento Perugia Chiusi con un investimento minimo (la famosa proposta di Panettoni di alcuni anni fa) si sarebbe potuto avere un collegamento al di sotto dei 30 minuti.

  5. remo

    Non ci sono commenti per questa “cena”conviviale di personalita’ che dovrebbero andare a fare meno danni altrove ed invece ancora pontificano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Campionati Nazionale Giovanile Crai U18 maschile. Treviso sul tetto d’Italia I veneti hanno trionfato al Palasport di Chianciano Terme

Il Volley Treviso conquista lo scudetto U18 maschile. Al termine di un’intensa, spettacolare ed emozionante ...