Panicale. Rare composizioni di Vivaldi chiudono il XVII Festiva Morettini Il 29 settembre concerto unico alla Collegiata di San Michele Arcangelo

 (Cittadino e Provincia) “I quattro concerti per violino, organo e archi” di Vivaldi chiudono il Festival Morettini di Panicale nel giorno in cui si celebra il santo patrono.

Appuntamento di rilievo per gli amanti della musica classica sabato 29 settembre alle ore 21 presso la Collegiata di San Michele Arcangelo su iniziativa di Pan Kalon.

Come ormai è tradizione, il Festival Organistico Morettini si conclude con il concerto dedicato al patrono. A esibirsi quest’anno sarà l’Ensemble strumentale della “Basilica Papale di San Francesco in Assisi”, un complesso che il pubblico del Festival Morettini ha avuto modo di apprezzare nel 2015 in una splendida esecuzione dei “Concerti delle Stagioni” di Antonio Vivaldi.

Per il concerto del 29, su specifica richiesta di Pan Kalon, il complesso presenterà composizioni di rarissimo ascolto e, vista la presenza nella Collegiata di San Michele Arcangelo dello splendido organo costruito da Angelo Morettini, la scelta è caduta sui “Concerti per violino ed archi con l’organo obbligato” sempre tratte dal repertorio Vivaldiano.

Il Festival Organistico Morettini è organizzato da Pan Kalon sotto la direzione artistica di Eugenio Becchetti ed è giunto quest’anno alla XVII edizione. Nato nel 2001, è dedicato al prezioso Organo Morettini custodito all’interno della Collegiata di San Michele Arcangelo a Panicale, risalente al 1835 e restaurato dalla stessa Pan Kalon Pan Kalon.

 

Riguardo a redazione

Un commento

  1. Fausto

    Speriamo che se ci sono state colpe o omissioni vengano accertate, e che eventuali sbagli non ricadano sulle spalle di tutti.
    Se c’è inquinamento il sistema deve essere bonificato, ma speriamo che non si adoperino soldi pubblici per risanare situazioni create da privati-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Dori Ghezzi a Piegaro presenta ”Lui, io, noi” Al Museo del vetro l’artista ricorda la vita al fianco di De Andrè. Con lei gli autori Meacci e Serafini

(Cittadino e Provincia). Dallo sguardo che si sono scambiati la prima volta, già carico di ...