Nuova Scuola per il Vannucci, nuovo indirizzo Liceo Musicale del Calvino Sabato 21 Gennaio, doppio appuntamento a Città della Pieve in Piazza Unità d'Italia

 

Città della Pieve. dall’Ufficio Comunicazione del Comune di Città della Pieve.

Sabato 21 Gennaio in piazza Unità d’Italia a Città della Pieve si terrà l’inaugurazione del nuovo edificio della scuola secondaria di primo grado “Pietro Vannucci”. Contestualmente verrà anche presentato il primo corso del nuovo indirizzo Musicale del Liceo “Italo Calvino”. Si inizia alle ore 10.00 con il saluto delle autorità: partecipano la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, l’assessore regionale Antonio Bartolini ed il sindaco di Città della Pieve, Fausto Scricciolo. Alle ore 15, al liceo musicale si avrà l’open day per ragazzi e genitori interessati a conoscere le attività del nuovo corso. Alle 16 nella sala di Sant’Agostino con una esibizione del Conservatorio di Perugia.

Un nuovo indirizzo  e un nuovo edificio.  “L’inizio di questo anno scolastico 2017 – spiega il sindaco Fausto Scricciolo – porta anche tre importanti novità. Con quello che è stato definito il ‘patto pievese’ gli studenti che si spostano tra Umbria e Toscana, per frequentare rispettivi Istituti di “confine”, dovranno sostenere i costi di un unico abbonamento interregionale e non di due abbonamenti come era stato fino ad oggi e questo è frutto di grande impegno e di collaborazione tra le Regioni, le Province coinvolte e le aziende di trasporti. E poi c’è il taglio del nastro per la prima classe del neonato Liceo Musicale, altra grande sfida vinta e fiore all’occhiello del nostro Istituto Superiore Calvino che vanta mirabili riconoscimenti di qualità didattica e conta il liceo scientifico, lo scientifico di scienze applicate, l’istituto professionale e il liceo linguistico e da quest’anno come detto il Liceo Musicale. E infine, un edificio scolastico nuovo di zecca inaugurato dai 250 ragazzi della scuola secondaria di primo grado”.

Una nuova scuola “Media”. E’ un edificio nuovo, moderno e che rispetta tutti i criteri di scurezza compresi quelli antisismici. I lavori avviati dalla precedente amministrazione hanno visto l’impegno di fondi, a seguito della redazione di Piani d’intervento da parte della Regione Umbria, finalizzati proprio all’adeguamento alle normative antisismiche negli edifici scolastici. La nuova  Scuola Media è dunque un progetto finanziato dalla Regione per un importo di 1 milione e 456mila euro, a fronte di un investimento complessivo di 2milioni e 400mila per due anni e mezzo di lavoro. La nuova struttura sorge in Via Marconi, nell’area adiacente l’attuale edificio delle Scuole Elementari e Materna ed ospita da settembre circa 250 ragazzi.

Il nuovo Liceo Musicale. “Un sogno che i ragazzi condividono con noi -spiega il sindaco Scricciolo – Reso possibile dalla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e con il Conservatorio di Perugia, perché i sogni si realizzano con cose concrete, locali e servizi che solo un’amministrazione può fornire”. Il progetto Liceo Musicale si è avviato nell’estate del 2014 e dopo i confronti con Ufficio Scolastico Regionale, Provincia e Regione “che ringraziamo tutti per il grande sostegno e collaborazione” ha sottolineato Scricciolo, “Stiamo anche lavorando per rendere disponibile una residenza agli studenti che volessero soggiornare durante il periodo di studio. Già siamo riusciti a far accordare le Regioni Umbria e Toscana per il superamento del doppio abbonamento finora necessario per le mobilità fuori regione. L’ impegno diretto dell’amministrazione – ha concluso – è anche legato alla realizzazione delle aule speciali per il Liceo (un’aula attrezzata e un’altra insonorizzata) destinate alle attività didattiche e di laboratorio nella parte nuova dell’adiacente plesso di Sant’Agostino con adeguamenti strutturali e rifacimento dei servizi per una spesa complessiva di circa 120 mila euro”.  Accanto alle aule speciali si è resa disponibile la adiacente Sala di Sant’Agostino, strutturalmente adatta ad esibizioni, prove e concerti.

La vocazione culturale di Città della Pieve trova in questa nuova offerta formativa la più autentica e concreta dimostrazione. L’auspicio è che il progetto cresca negli anni e che consenta a Città della Pieve di diventare riferimento per la musica ed ai giovani di trovare una risposta alla crescita formativa ed al talento. Fino ad oggi infatti i ragazzi intenzionati a frequentare il Conservatorio non potevano avere, nel comprensorio, una preparazione propedeutica ad esso, ora chi lo vorrà avrà la grande opportunità di possedere una preparazione culturale che riguarderà non solo le classiche discipline scolastiche ma anche la musica. Il Liceo musicale avrà infatti  le stesse materie di studio di un liceo scientifico tradizionale ma con un’ampia sezione dedicata alla musicale anche all’utilizzo di strumenti musicali.

 

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Magione. Attività commerciali. Come funziona la consegna a domicilio

Coronavirus, l'organizzazione del servizio di consegne a domicilio nel comune di Magione