Nei prossimi giorni l’inverno farà (finalmente) il suo dovere Niente a che vedere con le strombazzate "ondate di gelo", ma gelate diffuse e persino un po' di neve a quote non eccessive.

Nei prossimi giorni finalmente l’inverno farà l’inverno, oggi siamo tornati in media e già stasera fa piuttosto freddo e lo farà ancora di più domani, quando potremmo avere le prime gelate anche a quote collinari dopo che stamani si è andati sottozero già nelle valli, grazie all’inversione termica.

In tutto ciò non c’è nulla nè di eccezionale nè di strano e soprattutto nessuna “ondata di gelo”, solo un sano ritorno del clima invernale dopo 10 giorni di mitezza molto sopra le righe per il mese di dicembre.

Nella notte tra mercoledì e giovedì si avrà poi un aumento della nuvolosita che potrebbe portare delle precipitazioni, al momento non ancora certe e probabilmente deboli, con quota neve che dovrebbe assestarsi a livelli di bassa montagna ma, se durante la sera di domani il sereno dovesse permettere un consistente calo termico, c’è la possibilità di vedere qualche fiocco a quote basse nella tarda nottata-prima mattinata di giovedì. Al momento si tratta di un evento con possibilità di realizzazione molto bassa (20-30% al massimo) però è giusto segnalare anche questa remota possibilità.

Nei giorni successivi il tempo rimarrà piuttosto brutto con nuvole e pioggia, con temperature che pur risalendo lievemente rimarranno nei canoni invernali, la quota neve però dovrebbe risalire in montagna, a quote superiori mediamente ai 1000 metri, salvo sconfinamenti a quote più basse ancora non inquadrabili nella mattinata di sabato.

Nel fine settimana infine ci sarà una breve “chiusura” di tramontana, con valori ancora una volta rigidi tra sabato sera e domenica, il tempo però migliorerà già da sabato e domenica ci dovrebbe essere bel tempo e temperature in ripresa nel pomeriggio.

 

Giaime Marchesini

 

Ora

Riguardo a Giaime Marchesini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

L’ultimo ruggito di un’estate dura a morire nel weekend. Crollo termico lunedì-martedì. Ultima occasione per andare al mare in questo weekend, poi la stagione proverà a riprendere il suo corso normale

L’estate 2018, pur meno calda di altre recenti come 2012, 2015 o 2017, è stata ...