Nasce un Comitato per difendere la legge sull’aborto Prima iniziativa del Pd MERCOLEDI' 21 NOVEMBRE - ORE 17,00

(Comunicato stampa)

SAVE THE DATE

“UNITE E UNITI: NON UNO/A DI MENO”

“COMITATO  A DIFESA DELLA LEGGE 194”

MERCOLEDI’ 21 NOVEMBRE – ORE 17,00

Castiglione del Lago – Palazzo della Corgna

Sala Biblioteca Comunale

 Dalle donne italiane in questi mesi sta partendo una scossa civica di mobilitazione le cui parole d’ordine sono tutte declinate in positivo.

Una “protesta gentile” l’hanno definita, ma non per questo meno determinata, partecipata, libera.

E soprattutto senza barricate ideologiche: le donne scelgono la “vita vera” che le accomuna e non l’ideologia che divide

A quarant’anni dall’approvazione della legge 194, la coalizione di governo Lega-Cinque Stelle ha fatto ripartire forti scontri ideologici: denunce in varie città d’Italia per denunciare il ricorso alla pratica dell’aborto, aumento esponenziale del numero di obiettori (di coscienza o di comodo), ecc.

Nei nostri territori molti passi avanti sono stati fatti, ma certamente molto si deve ancora progettare e fare per completare pienamente quello che la legge prevede.

Insieme vogliamo costruire con un abbraccio ampio di donne e uomini le forze che si riconoscono nella difesa dei diritti conquistati di un COMITATO SPONTANEO DEL COMPRENSORIO DEL TRASIMENO.

Per info 335 576 2161 – 3355343900

Promosso dalla

Segreteria Intercomunale PD Trasimeno

“Niente al mondo è così potente quanto un’idea della quale sia giunto il tempo” Victor Hugo

Riguardo a redazione

5 commenti

  1. Sono molto contenta se si riuscisse a far passare due treni al giorno per la stazione di Chiusi ,io e so che sarebbe una ventata di opportunità anche per chi viaggia poco e una boccata d’ossigeno per l’economia per tutto il territorio ringrazio le persone che si stanno interessando per il problema ,invito Sidaci e. Chi. Ha. delle responsabilità di essere presenti e partecipare alla riuscita Anna Stefani

  2. luciano fiorani

    Assolutamente condivisibile quello che afferma il signor Orefice (che non conosco). “Di qua e di la dal fosso”, ovviamente, la situazione è identica.
    Quanto ai due treni alta velocità visti semplicisticamente come il toccasana della nostra emarginazione nei collegamenti ferroviari, fa un po’ ridere.
    Due treni veloci contro l’isolamento? E quali sarebbero le mete raggiungibili e in che orario?
    Insomma siamo, come al solito, alle suggestioni. I problemi accumulati sono ormai di tale portata che siamo ridotti ad affidarci ai detti della saggezza popolare, secondo cui, ogni meglio è meglio.
    Ma più in la non si va.

  3. Rodrigo

    La risalita del poggio fa ridere tutti ad esclusione dell’amministrazione stessa, un pulman elettrico sarebbe buona cosa, ma non soltanto per portare gente dal basso al centro, Batino dovrebbe fare uno studio anche delle frazioni e fare un pulmino che passi per esse in virtù alle esigenze, conosco persone che pagano 30 o 40 euro a colpo da Porto a Castiglione del lago perché devono fare una visita.

  4. Paolo Scattoni

    È una situazione del tutto paradossale. Invece di pensare un collegamento veloce da Perugia ad Arezzo e da Perugia a Chiusi nell’arco della giornata si spende una cifra incredibile. Parlo di collegamenti Perugia-Arezzo e Perugia-Chiusi perché da Arezzo e da Chiusi si potrebbero “agganciare” l’alta velocità. Un tempo si parlava di un collegamento Perugia Chiusi con un investimento minimo (la famosa proposta di Panettoni di alcuni anni fa) si sarebbe potuto avere un collegamento al di sotto dei 30 minuti.

  5. remo

    Non ci sono commenti per questa “cena”conviviale di personalita’ che dovrebbero andare a fare meno danni altrove ed invece ancora pontificano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controlla anche

Città della Pieve. Il “Centro Dai” compie 10 anni. Qui si sconfigge la bulimia La struttura segue 200 pazienti l'anno. E molti guariscono

(Rassegna stampa. Dal Corriere dell’Umbria di Felice Fedeli). L’obesità si combatte con grandi margini di successi al centro ...