Multe. Comune di Paciano “Le sanzioni pari solo all’1%. La sicurezza è un diritto/dovere di tutti”

In un nota di “Cittaddino e Provincia” che riportiamo integralmente, il Comune di Paciano risponde alle critiche di cittadini e forze politiche sulla pioggia di multe fatte sulla SS71 nel tratto di propria competenza. (ndr)

“Sul “Progetto sicurezza” il Comune di Paciano, con un comunicato che di seguito riportiamo, intende fare chiarezza.

“Il Comune ha da anni attivato un progetto sicurezza, con l’Ufficio di vigilanza (ufficio intercomunale in convenzione Paciano-Panicale), sia attraverso una rete di videosorveglianza, sia al fine di prevenire abbandoni indiscriminati di rifiuti, incidenti stradali, truffe assicurative, ecc..

Tale progetto, riproposto anche l’estate scorsa, è stato peraltro integralmente presentato con una comunicazione attraverso i mezzi di informazione.

Il controllo della velocità è un sistema che le autorità di polizia di tutti i territori adottano come attività di prevenzione su tutte quelle strade dove siano ravvisati pericoli. Infatti, anche in questo periodo numerosi territori effettuano controlli sulla velocità nei territori di competenza.

Sulla SR 71, in particolare, negli ultimi anni sono avvenuti diversi incidenti, alcuni anche mortali, dovuti al mancato rispetto del codice della strada. Senza considerare che nel tratto del territorio di Paciano insistono due incroci a raso e numerosi passi, mentre in altri tratti sono presenti svincoli e rotatorie.

Per questo il Comune di Paciano ha chiesto ad Anas (attuale gestore) di realizzare una rotatoria al posto dell’incrocio per favorire un rallentamento delle auto in una strada ritenuta soggetta ad incidenti, e non più tardi di due anni fa, la Provincia di Perugia ha deciso di abbattere gli alberi presenti lungo la SR71, proprio per evitare, o perlomeno ridurre, situazioni di pericolo.

Non solo, ma occorre considerare che il Comune di Paciano, con l’ufficio intercomunale di Polizia Locale, segue le linee di indirizzo suggerite da Enti superiori e che sovraintendono alla sicurezza pubblica, collaborando con essi e con le forze di polizia presenti nel territorio.

Il sistema “scuot speed” adottato dal Comune di Paciano è conforme a quanto previsto dalla Direttiva del Ministero dell’Interno del 21/07/2017. Tale sistema è in grado di rilevare anche i mezzi sprovvisti di revisione, assicurazione, soggetto a fermo amministrativo o rubati. Alcune volte tale sistema viene adottato anche semplicemente come sistema di misurazione della velocità in diversi momenti della giornata oppure come avviso agli utenti di viaggiare a velocità moderata, senza che vengano elevate contravvenzioni.

Il controllo è sempre segnalato da appositi cartelli mobili, oltre a quelli fissi, nei due sensi di marcia ed agli incroci e la macchina della Polizia locale ha un display luminoso con scritto “controllo elettronico della velocità”.

L’incidenza delle sanzioni irrogate è circa l’1% del totale dei controlli effettuati, una piccola minoranza, ma violare il codice della strada mette in pericolo se stessi e gli altri; questo elemento dovrebbe essere al centro dell’attenzione perché la sicurezza è un bene ed un diritto/dovere di tutti.

Il progetto sicurezza nel corso degli anni ha sempre previsto una serie di attività diversificate. A titolo di esempio possiamo dire che tra il 2017 ed il 2018 sono state accertate mancanze di assicurazione su 209 veicoli che hanno transitato sul Comune di Paciano e circa 50 situazioni di targhe contraffatte o veicoli rubati. Spesso tali informazioni sono state utili per risolvere reati di furto.

D’altro canto, un’Amministrazione comunale non può nemmeno sottrarsi ai necessari interventi di sicurezza perché in caso di incidenti o danni a cose e persone ne sarebbe moralmente responsabile per non aver avvisato del pericolo e non avere fatto azione di prevenzione.

Quello di Paciano è storicamente un Comune virtuoso, attento alle esigenze della comunità, aperto ed inclusivo e di certo un Comune dove abitano persone che hanno un tipo di vita tranquilla e pacifica, sempre disponibili ad accogliere”. (cittadino e provincia)

  • i titoli sono del Corriere Pievese

Riguardo a redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Controlla anche

Chiusi. Lunedì 9 dicembre terza audizione generale inchiesta pubblica

(riceviamo e pubblichiamo) Si comunica che la terza audizione generale (audizione straordinaria rispetto al calendario ...